Da Sant’Agnello al Covid Centre a Boscotrecase “Asintomatico ma non me ne fanno andare” LA TESTIMONIANZA

Più informazioni su

Da Sant’Agnello al Covid Centre a Boscotrecase “Asintomatico ma non me ne fanno andare”. “L’Ospedale è buono e il personale professionale, ma io sto qui e sto bene e non me ne fanno andare”. Una situazione che forse ci fa capire come mai questi ospedali si stanno saturando e come mai ci vogliono fare il lockdown da Napoli per la Regione Campania, insomma qualcosa non sempre va nel  verso giusto, come in esclusiva testimoniano a Positanonews. “Ero a Sorrento per una bronchite, risultato positivo al coronavirus covid-19 mi hanno portato al Covid – Centre di Boscotrecase, ma sto bene. Non posso andarmene, non mi fanno firmare e se me ne vado sono un evasore, ma vorrei curarmi a casa mia”. Una situazione paradossale, gli chiediamo se ha la febbre “Ho 35 in media, non ho febbre e mi sento bene, vorrei andare a casa anche per non occupare posti che potrebbero servire a chi sta più male di me” .  “Il problema è legato alla comunicazione fra Presidi e Ospedale, qui è un Covid Hospital, ma non ha i laboratori per i tamponi, che stanno a Portici , dove vanno anche quelli della clinica San Michele, il problema non è l’ospedale ma la comunicazione fra gli enti “.

Domani cercheremo di fare una diretta se è possibile, ma in ogni caso si capisce che , oltre al lockdown, la politica dovrebbe pensare a far funzionare meglio la burocrazia. Gli asintomatici non devono andare in ospedale, o a casa o in una struttura-albergo, poi i tamponi vanno fatti più velocemente e ridurre i tempi anche di blocco delle persone, qualcosa in questo senso riducendo la quarantena ai dieci giorni e ritenendo guarita una persona al primo tampone negativo si sta facendo. Insomma, a parte dire “tutti a casa” si potrebbe intervenire nell’organizzazione, nel far funzionare strutture come l’Ospedale del mare, crediamo che anche i cittadini possono decidere magari di prendere con il lanciafiamme i politici che non si sono organizzati per la seconda ondata, annunciata, prevedibile, prevista e sottovalutata in primis da loro e dalle istituzioni in generale. La cura degli asintomatici deve essere domiciliare possibilmente e gli ospedali devono funzionare anche per i tanti malati di tumore, infarto e altre patologie oramai trascurate da tanto tempo.

Una precisazione. La bronchite non era legata al Covid. Quindi non ha sintomi da Covid e non ha alcun tipo di conseguenze, ora sta senza sintomi a Boscotrecase da giorni e non lo fanno andare a stare da solo a casa liberando così un posto , chiaro spero

Più informazioni su

Commenti

Translate »