Quantcast

Covid-19, aumentano le truffe online: Google spiega come tutelarsi

Vista la recente impennata delle frodi online collegate all’emergenza Coronavirus (COVID‑19), Google ha preparato un elenco di suggerimenti per aiutare il mondo a riconoscere queste truffe, evitarle e rendere più sicura la tua esperienza online.

Truffatori che si spacciano per organizzazioni sanitarie

I truffatori che si fanno passare per il Servizio Sanitario Nazionale, l’Organizzazione Mondiale della Sanità o l’Istituto Superiore di Sanità possono offrire cure, test o altre informazioni relative all’emergenza Coronavirus (COVID‑19).

Siti fraudolenti che offrono prodotti molto richiesti

Questi siti possono offrire igienizzanti per le mani, mascherine o altri articoli molto richiesti, che però non arriveranno mai.

Truffatori che si spacciano per fonti governative

Alcuni truffatori sostengono di pubblicare aggiornamenti e di richiedere pagamenti per conto dell’Agenzia delle Entrate e dello Stato.

Offerte finanziarie fraudolente

I truffatori possono spacciarsi per banche, investitori o enti di recupero crediti, con offerte mirate a carpire informazioni finanziarie.

False richieste di donazioni benefiche

È opportuno verificare molto attentamente tutte le richieste di donazioni relative all’emergenza Coronavirus (COVID‑19) a favore di enti benefici, ospedali e Protezione Civile.

Se noti qualcosa di sospetto, segnalalo su www.commissariatodips.it

Commenti

Translate »