Choc a Tramonti. Anche il sindaco in quarantena, positivi in famiglia dopo il consigliere comunale. Previsti altri tamponi

Tramonti ( Salerno ) Choc a Tramonti . Anche il sindaco in quarantena, positivi in famiglia dopo il consigliere comunale. Previsti altri tamponi  . Parliamo di nove contagiati da coronavirus Covid-19 nella cittadina della Costiera amalfitana sui Monti Lattari . Dopo i primi 140 tamponi, dove è uscita positiva anche la consigliera comunale Arianna Fortiguerra, ora anche moglie e uno dei figli del primo cittadino Domenico Amatruda, il quale si è posto in quarantena. Invitiamo tutti alla calma, oramai la diffusione della pandemia è arrivata ovunque, quindi anche in Costa d’ Amalfi , oltre che in Campania e in Italia, questi numeri sono, purtroppo, una normale conseguenza del momento. Massima solidarietà e vicinanza al sindaco e a Tramonti che con tutta la Costiera amalfitana sta affrontando questo momento difficile.

RIPORTIAMO L’AVVISO ALLA CITTADINANZA DALLA PAGINA FACEBOOK DEL COMUNE

 

“Comunichiamo che, al momento, sul territorio di Tramonti abbiamo 9 casi di cittadini positivi al Covid-19, considerando in questo numero anche il caso di un cittadino non residente ma con famiglia che vive nel nostro Comune. I contagiati non sono tutti legati al primo caso sul territorio. Con questa comunicazione vogliamo tracciare un quadro completo della situazione a garanzia della massima trasparenza. Di tutti i risultati della batteria (67 di cui 10 a domicilio), effettuata lunedì 26 ottobre presso la guardia medica di Tramonti, sono giunti al momento 50 esiti (ne mancano all’appello 17). Di questi solo uno è positivo, quello della consigliera comunale Arianna Fortiguerra di cui vi abbiamo già informato, alla quale rinnoviamo l’augurio di una pronta guarigione. Quindi, collegati al contagio Covid esploso nell’ultimo periodo in Costiera sono, al momento, solo 3 i casi positivi. Gli altri 6 cittadini contagiati hanno effettuato il tampone in laboratori privati. Stamane, vista la comparsa di alcuni sintomi riconducibili alla pandemia, il Sindaco con la sua famiglia ha ritenuto opportuno effettuare i tamponi per la ricerca dell’antigene del virus SARS-CoV-2. Sono risultati positivi la moglie e uno dei figli. Il Sindaco, nel rispetto di tutte le norme in materia, insieme alla famiglia, alla notizia dell’esito dei tamponi, si è posto in quarantena domiciliare. Raccomandiamo a chi ha ricevuto l’esito negativo di restare a casa in isolamento domiciliare per 14 giorni dal contatto avuto col positivo, come previsto dalle direttive del Ministero della Salute. Ai cittadini non interessati dallo screening raccomandiamo di continuare ad adottare tutte le precauzioni consigliate dalle Autorità Sanitarie contro il contagio da Covid-19 e di uscire solo per reali e urgenti necessità.
Siamo al lavoro per ricostruire la catena dei contatti da sottoporre ai dovuti controlli.
Siamo vicini alle famiglie interessate dal fenomeno e siamo a chiedere a tutti di affrontare la nuova ondata di pandemia con saggezza e serietà nella consapevolezza che solo rispettando alcune semplicissime regole possiamo sconfiggere questo maledetto mostro.
Nella speranza che la prossima volta che torneremo in argomento sarà solo e soltanto per fornirvi notizie migliori, auguriamo tanta buona salute ai cittadini che vivono questo momento di grande preoccupazione”.

Commenti

Translate »