Cetara, ancora vivo il ricordo dell’alluvione: il disastro del 24 ottobre di 110 anni fa

A Cetara è ancora vivo il ricordo dell’immane tragedia che il 24 ottobre del 1910 consumò il paese nello splendido scenario della costiera amalfitana. Domani, 24 ottobre 2020, a 110 anni dal disastro, tutto il paese è pronto a ricordare le vittime che non sono mai andate via dai nostri cuori.

Una disastrosa alluvione colpì parte delle coste campane, con gravi danni e vittime in alcuni comuni della Costiera Amalfitana e in altri luoghi della regione e, in particolare, a Cetara che risultò il paese più colpito. Si contarono 111 vittime travolte dalla furia degli eventi. Gli autori hanno ritenuto che fosse un preciso dovere far uscire dagli archivi personali tutto quello che era stato reperito per le celebrazioni del centenario del tragico evento nel 2010, ma anche molto altro, frutto di approfondimenti condotti sul tema in questi anni.

Il drammatico evento che ha segnato la storia del piccolo comune, viene ricordato con una pubblicazione proposta dal Comitato che nel 2010 che si costituì per le celebrazioni del centenario. Con il patrocinio e il contributo dell’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Fortunato Della Monica, il volume, su iniziativa del gruppo di lavoro coordinato da Secondo Squizzato, sintetizza i risultati di una lunga ricerca condotta sui tragici fatti del 1910. Il volume a più mani, delle edizioni Puracultura, accoglie i contributi di Leonardo Cascini e Settimio Ferlisi, di Giuseppe Di Crescenzo, Matteo Giordano, Giuseppe Liguori e Secondo Squizzato.

A causa delle recenti restrizioni per il contrasto alla diffusione del Coronavirus, la prevista presentazione pubblica del volume, fissata per la serata di oggi, alle ore 19, si svolgerà con modalità a distanza e sarà trasmessa in diretta dalla pagina Facebook del Comune di Cetara.

Commenti

Translate »