Cerimonia per il collegamento con l’Energia Elettrica dell’Isola di Capri – Stazione Elettrica di TERNA: Capri

Abbiamo seguito per anni le navi posacavi che si sono alternate tra Marina Grande di Sorrento e Capri, prima la Giulio Verne poi la Cable Enterprise, tutte facente capo alla Prysmian Group. Esse procedevano lentamente, notte e giorno, tutte illuminate, per la posa del cavo prima e dei materassi poi, destando la curiosità di chi guardava il Golfo dalle terrazze sorrentine. Finalmente si è arrivati al taglio del nastro.   Mercoledì, 14 Ottobre 2020 alle 15:30 ,presso la Stazione Terna, ci sarà  il presidente del Consiglio Giuseppe Conte con il Vescovo Monsignor Francesco Alfano, il Ceo di Terna Stefano Donnarumma e la presidente Valentina Bosetti per inaugurare il nuovo cavo che porterà energia all’isola. Andrà a completare i collegamenti con la rete di Sorrento e Torre Annunziata “e tra un anno sarà totalmente autonoma dal ruolo della vecchia ‘Sippic’”.  La Sippic, infatti, è la società che gestisce ed è proprietaria della rete di distribuzione elettrica dell’isola che parte dalla Centrale di Marina grande e raggiunge tutti gli angoli di Capri e Anacapri. Ora “si partirà con la dismissione – si legge su La Repubblica -. Ma la famiglia di Ettore De Nardo e della coniuge Anna La Rana (…) sembrano rispondere picche: restano i titolari della distribuzione di energia non intendono smantellare la centrale”.

“’Ora la lotta sarà dismettere l’economostro di Sippic e bonificare l’area. Abbiamo bisogno del sostegno di tutti’ avverte il vicesindaco Ciro Lembo che ha dedicato oltre metà della trentennale vita politica in questa missione (…)”, si legge ancora sul quotidiano che ricorda come i megatubi da 150 mila volt correranno sotto il mare per raggiungere l’isola “protetti da uno speciale insabbiamento contro manovre di pesca o ancoraggio”.

Commenti

Translate »