Cava de’ Tirreni, morti mamma e figlio affetti dal Covid-19

Cava de’ Tirreni. Morti mamma e figlio affetti dal Covid, come scrive Simona Chiariello su Il Mattino di Napoli, nelle pagine di Salerno.
Si erano ammalati insieme ed insieme hanno smesso di lottare contro un mostro invisibile che ha ucciso già nei mesi scorsi altre tre persone a pochi metri dalla loro abitazione. Sono morti a poco più di ventiquattro ore di distanza Gerardo Memoli, 48enne cavese e la madre, Lucia De Rosa di 86 anni. Un destino crudele che li ha tenuto uniti fino all’ultimo istante. Un destino tragico che sembra colpire ancora una volta, come era accaduto nella prima ondata dell’epidemia, la frazione di Passiano. È nella località del «Contrappone» che si è sviluppato il primo focalaio cittadino ed è sempre a Passiano che si sono registrati i primi due decessi con una coppia di anziani, morti a pochi giorni di distanza. Nelle settimane scorse sono ritornati i contagi. Gerardo e la madre hanno scoperto a poche ore di distanza di essere positivi. Alla paura dei primi momenti ha fatto seguito subito un peggioramento delle condizioni cliniche. Mamma e figlio sono stati ricoverati al Da Procida. È stato lo stesso Gerardo ad occuparsi del ricovero della madre, preoccupato del decorso della malattia, vista l’età. Poi ha ceduto anche lui ed è stato necessario intubarlo. Tre giorni fa la notizia della morte della madre ed il giorno dopo anche il figlio ha smesso di lottare. «Non possiamo crederci – dicono gli amici – Gerardo era giovane ed in buona salute. Era sempre sorridente e disponibile. Una brava persona. Un padre modello». Gerardo lascia la moglie Gabriella e due figli di 18 e 16 anni. «Piangiamo la morte di un nostro dipendente, ma soprattutto di un nostro caro – fanno sapere dalla Metellia – Gerardo era un nostro dipendente storico. Prima della Seta ed ora della Metellia. Una persona onesta e di valore. Un grande lavoratore. L’Intera famiglia della Metellia è sconvolta da questa perdita ed è vicina alla moglie ai figli». Tanti i messaggi di amici, colleghi e della grande famiglia dei Pistonieri Santa Maria del Rovo.

IL CORDOGLIO
«Una grave perdita nella famiglia biancoverde: è venuto a mancare il nostro tamburino Gerardo Memoli. La gentilezza, il sorriso, il suo mettersi in gioco sempre. Ai figli, alla moglie, a tutta la famiglia provata da questo morbo, il nostro più fraterno abbraccio. Ciao Gerry, avremo sempre i tuoi sorridenti occhi azzurri stampati nel cuore». Messaggi di cordoglio anche da parte degli amici di calcetto e del club Juventus di cui lui era un affezionato. La frazione di Passiano è ripiombata e nel dolore e c’è chi invita al silenzio: «Basta chiacchiere – scrivono sui gruppi cittàdini – Basta con i negazionisti e con chi dice che il virus non esiste. E basta anche con le frasi: tanto aveva patologie pregresse. Dobbiamo avere solo rispetto per il dolore. Madre e figlio saranno di nuovo uniti e veglieranno sui loro cari».

Commenti

Translate »