Castellammare di Stabia, il sindaco Gaetano Cimmino comunica altri 53 casi positivi in città segui la diretta

Castellammare di Stabia. Il sindaco Gaetano Cimmino, in una diretta su Facebook, fa il punto della situazione sulla situazione di emergenza sanitaria che si sta vivendo nell’intera regione Campania e che sta colpendo duramente la città da lui amministrata che registra purtroppo un gran numero di contagi. Il tutto anche alla luce delle ultime dichiarazioni del governatore della Regione Vincenzo De Luca: “Tutti aspettavamo la seconda ondata di questa emergenza sanitaria alla quale ora si aggiunge anche un’emergenza socio-economica senza precedenti. Ed è semplice comunicare ipotesi di lockdown da parte di chi detiene una continuità amministrativa in Regione Campania, senza tener conto delle scelte mancate, degli errori di valutazione a scapito delle attività commerciali, degli studi professionali, dei liberi professionisti, degli artigiani, degli operai e di tutte quelle categorie che oggi sono in ginocchio. Scelte mancate che oggi esprimono la constatazione amara di contagi con numeri che crescono in modo esponenziale mettendo a rischio la salute di tutti i cittadini. Caro Vincenzo, non era e non è questo il modo per affrontare questa nuova emergenza, non si può chiedere un ulteriore sacrificio a quelli che nella prima fase già hanno compiuto sforzi sovrumani per il bene di tutti. E mi rivolgo ai sindaci lasciati soli a combattere in trincea: uniamoci e chiediamo con forza al governo un intervento diretto per mettere a disposizione uomini e risorse per avere un controllo capillare del nostro territorio e per consentire ai nostri studenti di tornare a scuola in sicurezza. La scuola è un diritto che in una società civile non può e non deve essere negato agli studenti. I numeri parlano chiaro. I contagi continuano a crescere nella nostra città ed ai 185 casi positivi comunicati stamattina si aggiungono gli altri 53 casi positivi comunicati in serata dall’Asl. Un numero enorme. E, quindi, mi rivolgo a te che hai rispettato le regole e che continui a comportarti in maniera coscienziosa e responsabile: restiamo uniti, continuiamo a remare insieme per uscire da queste acque torbide. Ed ora mi rivolgo a te che non hai rispettato l’uso della mascherina, il distanziamento sociale, che ancora oggi continui ad organizzare cerimonie clandestine e feste abusive. Sappi che è anche colpa tua se oggi si pensa ad un ulteriore  lockdown, se tanti negozi saranno costretti ad abbassare definitivamente le serrande, se tanti cittadini hanno perso il lavoro, se tante persone oggi soffrono in terapia intensiva. Come sempre sarò dalla parte di tutti i cittadini e metterò in campo ogni azione utile per uscire quanto prima da questa emergenza. Sono in contatto costante con le forze dell’ordine e con l’Asl per mettere a punto controlli e monitorare l’andamento dei contagi. Stiamo intensificando la sanificazione di strade, piazze, scuole e uffici pubblici. Un’attività che non si è mai fermata. Oggi ho avuto un altro confronto con l’Asl ed i dirigenti scolastici per coordinare le attività connesse all’emergenza covid nelle scuole. Abbassiamo questi numeri, non sarà un momento facile per tutti noi. Ma come sempre io sarò qui”.

Commenti

Translate »