Calcio, ecco come Gattuso sfrutta la bolla pre Atalanta

Più informazioni su

“Se ci tengono chiusi qui ancora un’altra settimana, saremo pronti a fare un altro sport”, scrive Dries Mertens sui social, mostrando ironicamente il lavoro agli addominali in uno scatto insieme a Koulibaly nella palestra del centro tecnico di Castel Volturno. Rino Gattuso col suo staff sta lavorando infatti anche dal punto di vista fisico, nello specifico a livello muscolare, con tante ore in palestra. Un modo per diversificare anche il lavoro tecnico-tattico sul campo nelle lunghe sedute, necessarie per sfruttare i 14 giorni nella bolla di Castel Volturno e riempire anche le giornate degli azzurri che vanno avanti solo tra i videogiochi in camera e gli allenamenti.

Intanto ieri c’è stato l’ennesimo giro di tamponi, che ha confermato la negatività di tutto il gruppo squadra ed il pericolo ormai scampato a due settimane dall’incrocio contro il Genoa. Domani è previsto un altro giorno di controlli, ma la speranza degli azzurri di poter terminare in anticipo la bolla – in caso di ulteriore negatività – è destinata a sfumare. La ASL infatti non derogherà dai 14 giorni previsti e quindi gli azzurri dovranno restare al centro tecnico di Castel Volturno probabilmente fino alla vigilia della sfida con l’Atalanta, prevista sabato in anticipo, giornata in cui comunque potrebbe essere previsto un ritiro pre-partita. Nei prossimi giorni, però, Gattuso dovrebbe quantomeno alleggerire i carichi di lavoro per arrivare al top alla gara con i nerazzurri.

Più informazioni su

Commenti

Translate »