Salvini in Toscana: donna gli strappa il rosario donatogli da un parroco di Cava de’ Tirreni

Cava de’ Tirreni. Matteo Salvini aggredito in Toscana: gli è stato strappato il rosario donatogli dal parocco del comune salernitano il 10 settembre 2020. Nella giornata di ieri il leader della Lega Matteo Salvini è stato aggredito da una donna congolese durante una passeggiata elettorale a Pontassieve Firenze.  La 30enne straniera si è avventata contro di lui strappandogli non solo la camicia ma anche due rosari. Uno di questi gli era stato donato, due settimane fa, da un parroco di Cava de’ Tirreni, don Alberto Masullo.

Ecco l’episodio del 10 settembre: A margine del comizio in Piazza Duomo, don Alberto Masullo si si è avvicinato al leader del centrodestra per salutarlo e mettergli al collo il rosario. Ad assistere alla scena numerosi militanti e dirigenti salviniani come Aurelio Tommasetti, già Rettore dell’Università di Salerno e candidato alle prossime elezioni regionali con la Lega.

«Alla violenza e all’intolleranza rispondo col sorriso e col lavoro. Mi spiace perché la donna che mi ha aggredito mi ha strappato la camicia e due rosari, tra cui quello che mi aveva regalato un don di Cava de’ Tirreni. Sto bene e non mi faccio intimidire». La dichiarazione di Salvini alla stampa.

 

Commenti

Translate »