Salerno. Più di 150 contagi in una sola settimana, in 9 nelle ultime ore

Più informazioni su

Più di 150 contagiati in una sola settimana, nove casi in provincia. Il report settimanale dell’Asl ha cancellato l’ultima frenata Comunale infetto a Nocera, positivo altro ospite dello Sprar

Una leggera frenata ai dati giornalieri. Ma la curva del contagio torna a schizzare verso l’alto. Dopo settimane più tranquille che avevano fatto seguito al picco registrato coi rientri dalle vacanze, la diffusione del virus torna ad avere un ritmo sostenuto. È quanto emerge dal report settimanale dell’Asl che, in serata, ha diffuso i nuovi dati relativi ai tamponi controllati al “Ruggi” e al “Maria Santissima Addolorata”: sono 9 i salernitani che hanno scoperto di avere il virus.

I dati settimanali. Il virus torna a diffondersi con maggiore intensità nella provincia di Salerno. È quanto emerge dal report dell’Asl relativo alla settimana fra il 22 e il 29 settembre: in provincia di Salerno, infatti, si sono registrati ben 153 nuovi casi di infezione, situazione differenze rispetto ai sette giorni precedenti quando i tamponi passati al setaccio da tecnici e biologi dei laboratori degli ospedali “Ruggi” di Salerno e “Maria Santissima Addolorata” di Eboli avevano accertato “solo” 91 nuove positività. Crescono gli infetti e aumentano anche i “positivi attivi”, ovvero le persone con l’infezione in corso: nell’ultima settimana se ne sono contati 81 in più (dai 395 del 22 settembre ai 476 riportati ieri). Ad “arginare” il virus non è bastato l’aumento delle guarigioni: negli ultimi sette giorni, infatti, ben 72 salernitani hanno ricevuto la lieta notizia del doppio tampone negativo che “certifica” come il Covid-19, per loro, possa iniziare a diventare soltanto un brutto ricordo. Resta ferma, invece, la curva dei decessi: sono 71 quelli che si sono registrati in provincia di Salerno dall’inizio dell’emergenza nella scorsa primavera, lo stop sta facendo abbassare la percentuale del tasso di mortalità (dal 5.36% al 4.80%, dato più basso della media nazionale).

Comunale contagiato. L’allarme è scattato nella mattinata di ieri a Palazzo di Città a Nocera Inferiore: fra i tamponi che hanno dato esito positivo nella giornata di lunedì c’è anche quello di un dipendente dell’Ufficio ragioneria. L’uomo, asintomatico, adesso si trova in isolamento domiciliare. Immediatamente sono scattate tutte le procedure del caso: l’ufficio ieri è rimasto chiuso per consentire la sanificazione, contemporaneamente è partito il tracciamento dei suoi contatti più stretti per sottoporli

a tampone. Dall’amministrazione guidata dal sindaco Manlio Torquato, però, arrivano segnali di grande tranquillità per una positività che ha spaventato l’intera città di Nocera Inferiore.

Gli altri casi. Sono nove, come detto, le nuove positività accertate nelle ultime ore dall’Asl in provincia di Salerno. Un rallentamento notevole dopo un lunedì da 25 contagi caratterizzato dalla scoperta di un cluster all’interno del centro Sprar di Pontecagnano Faiano. Ieri è emerso un altro caso dopo i nuovi controlli mentre il sindaco Giuseppe Lanzara – che continua a monitorare con grande attenzione la questione – è intervenuto per smentire le voci che sussurravano di una “fuga” da parte di qualche ospite della struttura: «Chi mette in giro determinate voci fa procurato allarme», ha tagliato corto il primo cittadino. I tamponi, poi, hanno evidenziato casi singoli a Salerno, Scafati, Sarno, San Marzano sul Sarno, Cava de’ Tirreni, Atena Lucana, Nocera Inferiore e Sant’Arsenio.

Fonte La Città di Salerno

Più informazioni su

Commenti

Translate »