Ravello. Visita di Positanonews alla Cantina Sammarco, qui il vino si fa musica

Ravello ( Salerno ) . Visita di Positanonews alla Cantina Sammarco, qui il vino si fa musica. Lucio Esposito e Sara Ciocio per Positanonews in visita alle Cantine Sammarco nella cittadina della Costiera amalfitana, il vino nobile della Costa d’ Amalfi .

Ravello vino Sammarco

Un’azienda in grande crescita anche in qualità .  Il 2020  è stato un anno difficile a causa del coronavirus Covid-19, meno attività turistica, significa anche meno consumo di vino, sopratutto con gli stranieri. Ma passerà anche questa

Ecco i due ultimi riconoscimenti nel 2019

Ancora un riconoscimento di eccellenza per la nostra azienda vinicola Ettore Sammarco. Il Costa D’Amalfi Doc Ravello Bianco “Selva delle Monache” 2019 ha ottenuto la Corona, massimo riconoscimento assegnato dalla Guida VINIBUONI d’ Italia ai vini di eccellenza

Sabato 23 Marzo 2019 , Roma – Hotel Rome Cavalieri, in degustazione 30 Vini selezionati, suddivisi in 10 categorie da 3 etichette ciascuno. Noi eravamo una delle 3 etichette selezionate per il ” Miglior Vino Rosato “: Terre Saracene Rosato, annata 2018.

Apprezziamo molto il “Selva delle Monache” fra gli altri, ma ecco comunque la descrizione dell’azienda.

Ravello, borgo medioevale arroccato a 365 m. sul livello del mare nel cuore della Costiera Amalfitana, offre una ineguagliabile combinazione di fattori pedoclimatici permettendo la coltivazione di uve pregiate per la produzione di vini D.O.C.

Proprio in questo meraviglioso scenario, Ettore Sammarco, già conduttore di un’azienda agricola, nel 1962 corona il suo sogno nella fondazione della omonima Casa Vinicola. Comincia così a produrre, imbottigliare e a vendere i suoi vini, un lavoro prezioso, fatto più per passione che per profitto.
Nel tempo l’azienda ha incrementato costantemente la sua attività specializzandosi nella produzione di vini ad altissima qualità come i rispettivi:

 

Il fiore all’occhiello della Casa è il DOC Costa d’Amalfi Ravello Bianco Vigna Grotta Piana il cui vigneto si trova a Ravello sulle pendici del Monte Brusara a 500 metri s.l.m. dove la raccolta avviene manualmente e la resa per ettaro è di circa 60 quintali con una produzione di 2 Kg. per ceppo.

Gli ultimi nati in casa Sammarco sono le Terre Saracene: nel bianco si utilizza l’uva Pepella che è presente solo in piccole aree nel territorio della costiera amalfitana; è un vitigno del tutto ignorato dai testi di enologia e trae il suo nome dalla tipologia del grappolo, il quale presenta accanto ad acini di normale dimensione, altri piccolissimi come acini di pepe, anche a maturazione avanzata.
Per il rosso c’e l’abbinamento del Piè di Rosso con lo Sciascinoso entrambi vitigni molto antichi, la vendemmia è tardiva in quanto avviene nella prima settimana di novembre. Le uve raccolte a mano dai vigneti soleggiati e di buona coltura sulle colline della Costa d’Amalfi dove i profumi degli agrumi e della flora mediterranea si mescolano con la salsedine marina regalano al vino i profumi e i sapori di queste terre.

Oggi le cantine di Ettore Sammarco si avvalgono della più avanzata tecnologia nella produzione: fra cui impianti rinnovati per la vinificazione, identificati in particolare modo dalla pressatura soffice dell’uva, dalla fermentazione a temperatura controllata e dal successivo imbottigliamento del vino a freddo in linea sterile.
Una tecnologia mirata a produrre sotto il profilo della genuinità e della qualità.

L’azienda è guidata dalla famiglia Sammarco, Ettore è responsabile con il figlio Bartolo di tutte le fasi della produzione, Maria Rosaria ed Antonella, le altre due figliole sono occupate nell’amministrazione e nelle vendite.

 

 

Commenti

Translate »