Piano di Sorrento, niente fiera di San Michele e concessione solo a tre stand di dolciumi. Gli altri fieristi protestano contro la decisione

Piano di Sorrento. Quest’anno, per motivi di sicurezza legati all’emergenza epidemiologica da Covid-19, non si svolgerà la tradizionale Fiera in occasione della Festa di San Michele in quanto, si legge nella determinazione del Comune, non consentirebbe il rigoroso rispetto delle norme anticontagio di distanziamento sociale e divieto di assembramento, in virtù dell’ elevato numero di posteggi e del grande richiamo di clientela ed avventori che caratterizza la festività patronale.

Il Comune ha, però, concesso l’autorizzazione (dal 27 al 30 settembre) a tre posteggi per il commercio dei soli dolciumi e torroni lungo il Corso Italia nel tratto da Piazza Cota a Piazza della Repubblica.

Ma gli altri fieristi non ci stanno ritenendo tale decisione ingiusta. L’Associazione Fieristi Autonomi Campani, infatti, sottolinea: “Sono 7 mesi che non stiamo lavorando, sembra che il Covid si trasmette solo nelle feste e fiere e noi che ne facciamo l’unica fonte di guadagno siamo allo stremo”. Ed aggiunge. “Lunedì staremo a Piano di Sorrento, il comune aveva stabilito che la festa non si facesse (nonostante che ci sono le linee guida), intanto hanno autorizzato 3 banchi di dolciumi. In base a cosa non si sa. E gli altri che facciamo? Noi vogliamo lavorare rispettando tutte le regole, come nei mercati e nei centri commerciali”.

Commenti

Translate »