Napoli. Il miracolo di San Gennaro ai tempi del Covid-19, ridotto il numero dei fedeli e vietato il bacio alla teca contenente il sangue liquefatto

Napoli. Si avvicina la festa di San Gennaro, ricorrenza tanto attesa nella città partenopea che ogni anno vede la partecipazione di migliaia di persone che si radunano nella Cattedrale e sul sagrato in attesa del miracolo della liquefazione del sangue. Quest’anno anche San Gennaro dovrà adeguarsi alle misure di sicurezza finalizzate al contenimento del contagio da Covid-19. Anche un momento così fortemente sentito dal punto di vista religioso – ed anche con un pizzico di superstizione tipica dei napoletani – dovrà sottostare alle nuove norme. Ma cosa cambia il 19 settembre? Innanzitutto sarà notevolmente ridotto il numero dei fedeli che potranno assistere al famoso miracolo. La cattedrale potrà ospitare solo 200 persone, compresi i celebranti ed il coro. Nella Basilica di Santa Restituta ci saranno a disposizione altri 100 posti. Per venire incontro alla maggior parte di fedeli possibile saranno anche allestiti due maxischermo sul sagrato della Cattedrale e l’accesso all’area sarà consentito a 300 persone.

Sarà inoltre vietato il tradizionale rito del bacio della teca che custodisce il sangue liquefatto di San Gennaro, un gesto che i fedeli compiono in segno di devozione ed a cui quest’anno dovranno rinunciare per motivi di sicurezza.

La messa delle 8.00 non sarà celebrata ed il programma religioso avrà inizio alle 9.45 quando il Cardinale Crescenzio Sepe si recherà nella Cappella di San Gennaro per aprire la cassaforte all’interno della quale è custodito il reliquiario con il sangue. Le ampolle saranno, quindi, portate dal Cardinale sull’altare maggiore della Cattedrale ed inizierà la celebrazione della S. Messa. Nel rispetto della tradizione, se avverrà la liquefazione del sangue, un rappresentante della Deputazione annuncerà l’avvenuto miracolo sventolando un fazzoletto bianco.

Ma come fare ad aggiudicarsi un posto per la celebrazione del 19 settembre? Sarà necessario prenotarsi inviando – entro il 15 settembre – una richiesta all’indirizzo mail cerimoniale@chiesadinapoli.it, ovviamente i posti verranno assegnati fino ad esaurimento della disponibilità.

Per tutti coloro che non riusciranno a partecipare di persona, sia per mancanza di posti sia perché fisicamente lontani, sarà possibile assistere al miracolo di San Gennaro attraverso Tv2000, Canale 21 oppure dal server Maria Tv Provider.

Commenti

Translate »