Riccardo Muti a Ravello. Un incontro speciale con Secondo Amalfitano

Ravello (Salerno). Nella città della musica in Costiera Amalfitana l’ex sindaco Secondo Amalfitano ha avuto un incontro che ha raccontato sul suo profilo Facebook e che merita di essere riportato.

“Simpatico siparietto questa sera in piazza a Ravello ai piedi del Duomo. Stavo per fare rientro a casa con mia moglie e mio figlio, quando davanti al nostro negozio abbiamo incontrato i coniugi Muti, Riccardo e Cristina, che facevano rientro in albergo dopo una passeggiata per il Centro di Ravello poco affollato e freschetto. Li ho salutati cordialmente e rivolgendomi a Cristina ho detto: ” Posso salutarla? Sicuramente non si ricorderà di me!” Con somma sorpresa mi sono sentito rispondere:” Certo che si”. Il ricordo è tornato ad una indimenticabile serata di beneficenza conclusasi con una cena durante la quale ebbi il privilegio di essere seduto alla destra della Signora Muti. Il patron della serata era l’indimenticabile e mai troppo compianto Valerio Maioli che, in quella occasione, aveva chiamato all’appello la Ravenna bene e i suoi più cari amici, per raccogliere fondi per una donazione di diverse moto mediche e attrezzature sanitarie, da donare alla Campania ed in particolare a napoli. In quella occasione, come Sindaco di Ravello, portai alcuni volumi e stampe di Ravello da mettere all’asta.
E’ stato un ritorno al passato molto bello e cordiale; la signora Muti era molto legata a Valerio Maioli e con piacere ne abbiamo ricordato le doti umane, prima ancora che quelle di imprenditore. Le ho ricordato che con Valerio realizzammo il progetto futuristico “VIACON” finanziato dall’allora Governatore Bassolino con un miliardo delle vecchie lire. Una vena di commozione ci ha attraversato quando abbiamo rivissuto gli ultimi giorni di Valerio colpito da un cancro contro il quale aveva combattuto invano: “è stata anche una conseguenza del male ricevuto” ha commentato la Signora, che quando ha saputo delle mie traversie fisiche, ha avuto un gesto commovente: la sua mano delicatamente ha accarezzato il mio volto.
Per salutarci con il sorriso ho raccontato alla coppia d’eccezione che quando Valerio Maioli condusse in visita a Ravello le maggiori autorità Ravennate, dal prefetto al Sindaco, e tanti industriali, io nella mia veste di Sindaco detti loro il benvenuto e raccontai, fra l’altro, la generosità di Valerio verso Ravello nella raccolta di fondi per la realizzazione del nuovo organo della cattedrale. Il Prefetto o il Sindaco, non ricordo bene, prese la parola e disse:” conoscevamo i mille volti di Valerio Maioli, ma ci mancava quello di DONATORE D’ORGANO. Il maestro Muti e la moglie Cristina hanno riso sonoramente. Ho ottenuto quello che volevo, ridare gioia e buon umore alla serata e li ho salutati: “Buon rientro in albergo e grazie per la vostra presenza a Ravello; un grazie particolare per tutto quello che fa per la musica, per la cultura e per l’Italia, maestro Muti.
Ravello è anche questo.”

Commenti

Translate »