Mons. Arturo Aiello, vescovo di Avellino ed ex parroco di Piano di Sorrento: “Il Covid ci ha insegnato che si può vivere bene anche con poco”

Mons. Arturo Aiello, vescovo di Avellino ed ex parroco di Piano di Sorrento, è intervneuto nella trasmissione “Ascolta si fa sera” su Rai Radio 1 lasciando un suo pensiero che vi invitiamo a leggere con attenzione: «Non posso fare a meno di andare a teatro, per me è vitale andare in vacanza possibilmente all’estero. Senza la movida del sabato sera la settimana mi risulta insulsa. Quando sono depresso esco per strada e faccio shopping. In quale ristorante o pub ci vediamo stasera? Quando sono alla guida della mia fuoriserie mi sento un re, no, di più, un imperatore. Potrei continuare a lungo con un elenco di frasi che il Covid ha sbugiardato mostrando il contrario. Per due mesi e più abbiamo vissuto facendo a meno di tante cose che prima ci sembravano vitali. Alcuni affermano che abbiamo toccato un punto di non ritorno ed altri ci hanno impaurito con la frase terribile “Nulla sarà più come prima”. Quello che abbiamo imparato, come se fosse un campo scuola di gittata nazionale o un’uscita Scout con milioni di partecipanti, è che si può vivere bene anche con poco. Nella vita semplice troverai la strada, cantava Donova in un motivo che faceva da colonna sonora algrande film di Zeffirelli “Fratello sole e sorella luna”. Il Covid ci ha spogliato di tante cose, forse ha dato una sferzata ed una sterzata decisiva che saremmo stati felici consumando tanti prodotti, indossando abiti sempre nuovi, avventurandoci in vacanze sempre più esotiche. Certamente ci ha riportato ad uno stile di vita più sobrio, dove si può fare festa anche solo con un bicchiere di vino. Ci ha impartito la lezione che la sicurezza e la felicità della nostra vita non dipendono dai beni ma dal bene. Lo ricorderemo in futuro?».

Commenti

Translate »