Un altro imprenditore si è messo prontamente in gioco nel secondo appuntamento di Boss In Incognito. Stasera, in prima serata, i telespettatori di Rai2 hanno fatto la conoscenza di Carlo De Riso, l’amministratore di un’azienda leader nella produzione di limoni.

L’azienda in questione è la Costieragrumi, fondata nel 1927 e situata a Minori, in Costiera Amalfitana; attualmente conta 70 dipendenti e 1.200.000 mq di limoneti. Annualmente, commercializza circa 1.400 tonnellate di Limone Costa D’Amalfi I.g.p. su un totale di 4.500 tonnellate di prodotto, per un fatturato di 11.000.000 di euro.

Nel corso del docu-reality, condotto da Max Giusti, De Riso ha avuto  modo di interagire – senza far trasparire nulla della sua vera identità – con diversi dipendenti: ad esempio Gianluca lo ha istruito nel confezionamento dei limoni, mentre Domenico è stato chiamato guidarlo nella loro selezione ed, infine, Elisa gli spiegherà con quali modalità vengono raccolti.

In questa puntata, persino Max – ovviamente in incognito – è stato chiamato a svolgere alcune mansioni: grazie alla conoscenza di Luigi, “il re del limoncello”, Giusti ha dovuto imparare a produrre il famoso liquore campano. In seguito, il giovane Vincenzo si è fatto aiutare dal conduttore nel trasporto di casse di limoni a spalla.