Meta, il sindaco Giuseppe Tito fa il punto della situazione sui contagi e sulla riapertura delle scuole segui la diretta

Il sindaco di Meta Giuseppe Tito interviene con una diretta sulla sua pagina Facebook per fare il punto della situazione dei contagi sul territorio comunale e parlare anche della prossima apertura delle scuole, invitando i suoi concittadini a rispettare i comportamenti di sicurezza al fine di evitare il peggiorare della situazione: “Ieri sono stato a Salerno a parlare sia con il direttore generale dell’Asl Na 3 Sud Gennaro Sosto, il responsabile dell’Assessorato alla Sanità della Regione Campania Dott. Enrico Coscioni e lo staff del Presidente Vincenzo De Luca per porre l’attenzione sul discorso dei tamponi in penisola sorrentina. Sappiamo tutti che la situazione in penisola sorrentina si sta un po’ aggravando però dobbiamo cercare di mantenere la calma e trasmettere anche da parte dei sindaci e delle amministrazioni che rappresentiamo un senso di tranquillità. La tranquillità è dettata dal fatto che noi sindaci stiamo sul pezzo, nel senso che controlliamo e monitoriamo, ci prendiamo cura dei cittadini purtroppo risultati positivi al Covid, monitorando e controllando l’andamento della malattia e dando tutto il supporto opportuno.

Altro tema che ho portato all’attenzione è quello dei ritardi che purtroppo avvengono sui tamponi. Per accelerare il processo dei tamponi si è stabilito che tutte le persone a cui il medico di base prescrive il tampone e non presentano sintomi possono recarsi in auto all’ex Clinica San Michele a Piano di Sorrento, dove è situata l’Usca, e fare il tampone. A breve un’app per la gestione dei risultati. Il paziente che si è sottoposto a tampone potrà accedere all’app ed inserendo i propri dati e verificare il risultato del tampone.

Per quanto riguarda la situazione dei positivi, attualmente sul territorio comunale abbiamo 12 contagiati. Di questi 3 sono residenti a Vico Equense ma stanno svolgendo la quarantena a Meta. Dei restanti 9 positivi 5 appartengono allo stesso nucleo familiare e 2 di essi sono ricoverati a Boscoreale ma le loro condizioni non destano preoccupazioni. Gli altri sono in isolamento domiciliare ed asintomatici.

Bisogna aggiungere che nell’ultimo periodo abbiamo allentato un po’ la presa, abbiamo frequentato spiagge, ristoranti e bar. Ho chiesto come sempre attenzione perché non voglio essere messo in condizioni di intervenire con delle ordinanze più restrittive. Pur se la situazione è sotto controllo, i casi in penisola sorrentina (ed anche a Meta) stanno aumentando e se non manteniamo le regolari basilari (distanziamento, mascherina e lavaggio della mani) potrebbero aumentare i casi di contagio sul nostro territorio. Il 24 ripartiamo con le scuole, abbiamo fatto degli sforzi enormi per garantire l’ingresso in presenza a tutti i nostri ragazzi nella sicurezza e tranquillità assoluta. Però già su scala nazionale si sta verificando che con l’apertura delle scuole qualche ragazzo o qualche insegnate o qualcuno del personale è risultato positivo. Questo comporta la chiusura della scuola, i bambini ed il personale devono stare in quarantena (ma anche i genitori) e bisogna fare i tamponi. Per questo vi dico che quei piccoli gesti che oggi fanno oramai parte della nostra vita ci consentono di evitare tante problematiche”.

Commenti

Translate »