Meta, Giuseppe Tito fa il punto tra riapertura scuole, elezioni e il turistico ai Colli – ESCLUSIVA video

Più informazioni su

Meta, il sindaco del comune Giuseppe Tito fa il punto della situazione durante un’intervista in esclusiva a Positanonews toccando temi cruciali in questo particolare momento. La prima questione riguarda la riapertura delle scuole e le elezioni. “Due temi importanti che stiamo trattando in qualità di sindaci della Penisola Sorrentina“, ha evidenziato Tito, “si è aperto un tavolo per ragionare e capire se riaprire il 14 settembre o dopo le elezioni. Sicuramente troveremo una soluzione per capire come affrontare al meglio le due cose: la sicurezza dei bambini al rientro a scuola e consentire di fare al meglio le elezioni regionali”.

Generico agosto 2020

La messa in sicurezza delle scuole è senz’altro uno dei problemi più scottanti che le varie amministrazioni si trovano ad affrontare. Da parte del Governo, ha sottolineato il sindaco, non è arrivata ancora nessuna indicazione su quando arriveranno i banchi. “Per quanto riguarda la didattica di Meta, noi siamo già pronti: abbiamo acquistato personalmente i banchi per garantire il distanziamento, abbiamo fatto i lavori sia alle scuole medie ed elementari per rispettare le norme anti-covid“.

Altro punto è quello legato alla succursale del San Paolo ai Colli di Fontanelle la cui situazione sembrerebbe momentaneamente ferma. “Domani sarò a Napoli per ragionare sulla situazione delle scuole di competenza della Città Metropolitana di Napoli (dove Giuseppe Tito è consigliere). E’ un problema importante da risolvere. Faremo del nostro meglio per farlo bene”.

Per ciò che riguarda l’allarme Covid-19 e alcuni casi di positività in Penisola Sorrentina: “I cittadini della Penisola devono stare tranquilli, ogni amministrazione sta facendo del proprio meglio. Il mio messaggio è sempre lo stesso. Basta poco per contenere il Covid: mascherina, lavarsi le mani e il distanziamento sociale”.

Infine, in merito alla questione lavoro stagionale, il sindaco ha dichiarato: “Noi imprenditori siamo soddisfatti del lavoro da maggio a oggi. Meta ha lavorato perché vive di un turismo interno. Molta solidarietà tra di noi e a chi viene nel nostro territorio”.

Più informazioni su

Commenti

Translate »