Maiori, l’attacco di Valentino Fiorillo: “Generoso non poteva essere candidato a Maiori”

Maiori, riportiamo il post di Valentino Fiorillo circa la vicenda di Generoso Ferrara, il consigliere comunale eletto a Maiori con il sindaco Antonio Capone, ma costretto a lasciare l’amministrazione perché già consigliere di un comune nel Comasco.

Articolo 56 del testo unico

Requisiti della candidatura.

“1. Nessuno può presentarsi come candidato a consigliere in più di due province o in più di due comuni o in più di due circoscrizioni, quando le elezioni si svolgano nella stessa data. I consiglieri provinciali, comunali o di circoscrizione in carica non possono candidarsi, rispettivamente, alla medesima carica in altro consiglio provinciale, comunale o circoscrizionale”

Beh, ad un’interpretazione letterale della norma, se il buon Generoso non si è dimesso preventivamente dalla carica di consigliere nell’altro comune, non poteva essere candidato a Maiori.

Vedremo…

il comma 3 dell’art.60 poi recita testualmente: “le cause di ineleggibilità….non hanno effetto se l’interessato cessa dalle funzioni per dimissioni, trasferimento, revoca dell’incarico o del comando, collocamento in aspettativa non retribuita non oltre il giorno fissato per la presentazione delle candidature”

post valentino fiorillo

Commenti

Translate »