Maiori. Della Pace infiamma la campagna elettorale “Scandaloso far votare tutti in unico plesso”

Maiori ( Salerno ) . Si infiamma la campagna elettorale nella cittadina della Costiera amalfitana, una campagna più classica rispetto a quella di Amalfi fatta di post virali su facebook e lavoro sui social network , che vede scontrarsi l’ex sindaco Del Pizzo con il sindaco Milano, senza faccia a faccia,  e quella di Positano con social  e comizi , anche a Maiori Positanonews da le anteprime. Insomma la vera notizia è il rischio di assembramento ed è il rispetto delle norme anti coronavirus Covid- 19 se si va a votare in un unico plesso

“mi preme direttamente ribadire al Sindaco uscente che è semplicemente scandaloso far votare nell’unico plesso scolastico delle scuole medie, tutto il corpo elettorale di Maiori, escluso ovviamente la frazione di Erchie.
Mi opporrò con tutte le mie forze – dice Salvatore Della Pace – , a questo vero e proprio abuso che sta esercitando.
MAI a Maiori è accaduta una cosa del genere: ci sono le elezioni comunali, le elezioni regionali, il referendum e il Sindaco cosa fa? Concentra tutto in un solo stabile.
Tonino, ieri, per sentirti, io così come tutti gli altri, abbiamo dovuto misurare la temperatura, abbiamo dovuto mantenere le distanze di sicurezza e infine abbiamo dovuto indossare la mascherina.
Cosa giustissima.
Mi domando: se questo è accaduto per un semplice comizio, tu ritieni che i giorni 20 e 21 migliaia di nostri concittadini possano liberamente esprimere il loro voto in un unico plesso scolastico? E venendo dalle lontane frazioni?
Eppure, nel comizio, hai ritenuto che grazie alla tua fermezza e al tuo profondo rispetto verso i provvedimenti emanati per contrastare il virus, sei riuscito a salvare il Paese.
Tu sei tenuto ad intervenire ed eliminare questo sconcio.
Ti sei orgogliosamente preso il merito di aver cambiato il Paese, e poi, mestamente, ci mandi a votare alla stregua di un gregge che si avvia all’ovile…”

Poi un attacco anche ad Elvira D’Amato

La verità è un’arte rivoluzionaria.
La nostra lista lo sta vivendo in questa campagna elettorale.
Ci accusa la lista “Maioridinuovo” di Elvira D’Amato: diamo solo false notizie.
Con umiltà ripetiamo ancora: candidato Elvira, tu puoi da subito risolvere il problema; da tempo sosteniamo che i tre candidati, insieme, hanno ancora il tempo per confrontarsi pubblicamente ed esporre programmi e rispondere alle domande di un moderatore, scelto proprio dalla stessa dalla Sig.ra D’Amato.
Ma i “luogotenenti” della lista, o, forse, la stessa candidata, si ostinano a fare una corsa solitaria, e poi ci accusano di false notizie.
NON PENSANO CHE E’ UN SEMPLICE ATTO DI LEALTÀ’ VERSO GLI ELETTORI FARE CHIAREZZA PRIMA DEL VOTO?
Poi c’è la lista del Sindaco uscente Tonino Capone.
Noi siamo sicuri di dover affrontate lealmente un normale avversario. Macché.
Lui già si sente uno statista: parla da statista, soffia il naso da statista…fa pause da statista.
Poi, attacca chi capeggia questo schieramento, e schifato ha pronunciato: “..non oso nemmeno dare un nome a questo chiacchiericcio da bar..”.
Immediatamente lo scriba di turno ha vergato sulla pergamena questa dotta affermazione e in cuor suo ha esclamato: “è proprio degna di essere riportata sui libri di scuola!”.
Ma forse ci penseremo noi a dare una sistemazione agli edifici scolastici di Maiori.
Solo così, gli studenti, manderanno giù a memoria il pensiero profondo dell’uscente Sindaco Capone.
VIVA MAIORI

Commenti

Translate »