L’uomo normale di Flo foto

“L’uomo normale” è l’ultimo singolo di Flo, al secolo Floriana Cangiano, un singolo inedito che anticipa l’uscita del suo nuovo album “31 Salvi tutti” per Arealive Srl, che ha come produttore artistico Sebastien Martel. “Mezzanotte tesoro/ cammina veloce/quando arrivi a casa/ scrivimi/ che è pieno d’indiani/ e sei più bella adesso/ con qualche chilo addosso/che se devi piacere a me/ che t’importa del resto; comincia così il singolo di Flo, che ad un ritmo sempre più incalzante, unisce riflessioni che si fanno via via più incisive, critiche, con un tono quasi beffardo verso quest’uomo normale e senza qualità che ne è il vero protagonista. Narrazione ben tradotta in immagini dal videoclip d’animazione realizzato con la regia della bravissima Fabiana Fazio. La Cangiano descrive l’uomo normale quello che dice: io non sono razzista però, io non sono violento però, io non sono fascista però… “l’uomo dei però” tipico di questa società che ha pochi pregi e tanti odiosi difetti, quelli della persona che è inconsapevole di essere razzista, fascista e violenta, e che, convinta del contrario, non riesce a prendere coscienza di quello che realmente è, convinto che certe cose possano capitare solo agli altri mai a lui. L’uomo senza qualità della Cangiano è tutto un bla bla bla, vive di luoghi comuni, e quando si guarda allo specchio non sa riconoscersi perché indossa da sempre gli occhiali del pregiudizio. “Questo però/ però è di troppo//divede me e te/divide noi e loro…” Con “L’uomo normale” Flo dimostra ancora una volta di essere dotata di grande talento quello che già la critica e il pubblico le avevano riconosciuto al debutto con “D’Amore e di altre cose irreversibili” (2014) confermato dagli album successivi “Il mese del Rosario” e “La Mentirosa” (2018). Ma la carriera di Flo si è arricchita, in questi anni, anche di grandi incontri e partecipazioni, da ricordare quelli con Stefano Bollani, Paolo Fresu, Daniele Sepe, Enrico Rava e Jorge Hernandez. Senza dimenticare il teatro con Claudio Mattone, Mimmo Borrelli, Alfredo Arias, e l’ultimo impegno che l’ha vista protagonista con Daria Bignardi nel reading “La coscienza dell’ansia”. Della narrazione di Floriana Cangiano colpisce la capacità di analizzare dinamiche sociali e i sentimenti personali attraverso una continua dialettica e contrapposizioni di fatti di cronaca e fatti personali, di tendenze collettive e di sentimenti privati. La canzone d’autore di Flo invita l’ascoltatore a pensare, la sua è canzone di formazione.
di Luigi De Rosa
(la foto con Flo è stata scattata durante la kermesse musicale “Sorrento Incontra 2019)

Commenti

Translate »