Dissesto idrogeologico, rischio frane a Faito: bando per i progettisti

Dissesto idrogeologico, rischio frane a Faito: bando per i progettisti. Via libera al bando per individuare i progettisti che dovranno curare i servizi tecnici di ingegneria per la messa in sicurezza del Monte Faito. Un incarico da 357mila euro per 4 mesi che consentirà di redigere il progetto definitivo ed esecutivo per la manutenzione straordinaria della montagna che eliminerà il rischio frane. Un passaggio fondamentale per realizzare un intervento atteso da decenni a Castellammare di Stabia, che a causa del dissesto idrogeologico del Faito convive con il rischio di una catastrofe che potrebbe abbattersi sulla zona collinare e il centro antico della città.

Il bando arriva con una decina di giorni di ritardo secondo la tabella di marcia, perché ci sarebbero stati problemi con la piattaforma Mepa. Gli elaborati tecnici caricati dai candidati sarebbero stati consultabili da chiunque ha accesso al sistema Mepa (Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione), prima dell’apertura delle buste in sede di gara. Un problema tecnico che ha costretto il responsabile unico del procedimento Antonio Malafronte a revocare la gara e il Comune di Castellammare di Stabia a contattare un esperto informatico per farla ripartire. Il rischio è che qualora fosse andata avanti in quel modo, il Comune si sarebbe ritrovato a fare i conti con possibili e scontati ricorsi e contenziosi.

Un ritardo che ha scatenato anche una polemica tra i rappresentati locali del Partito Democratico e l’amministrazione comunale di Castellammare di Stabia, accusata di non mantenere le promesse fatte ai cittadini. Una polemica superata con la pubblicazione del bando nella giornata di ieri che finalmente dà impulso alla procedura e fa tornare a respirare aria di fiducia rispetto alla possibilità che davvero si realizzino, in tempi stretti, i lavori necessari per mettere in sicurezza la montagna ed eliminare il rischio frane.

Fonte Metropolis

Commenti

Translate »