Costa d’ Amalfi. Processo Rewind su spaccio droga in Costiera amalfitana va avanti

Costa d’ Amalfi. Processo Rewind su spaccio droga in Costiera amalfitana va avanti . Con le restrizioni delle norme sul covid al Tribulnale di Salerno si è tenuta ieri mattina 15 settembre l’udienza sul processo “Rewind” dal nome della maxi operazione dei carabinieri del 4 giugno del 2018

Coinvolta mezza Costiera amalfitana da Maiori a Ravello fino ad Agerola , l’accusa era sul lungomare si spacciava droga proveniente pare dall’AGro Nocerino – Sarnese,  con guerre di “zona” tanto è vero che una persona di Pagani, come abbiamo riportato su Positanonews, avrebbe puntato la pistola, ma ricordiamo che tutto deve subire l’iter giudiziario e fino a condanno vi è la presunzione di innocenza.

Il Gup Maria Zambrano si è trovato di fronte a varie richieste di riti alternativi, in diciannove hanno chiesto il giudizio ordinario presso la terza sezione del tribunale Penale di Salerno alla Cittadella Giudiziaria che si terrà il 4 novembre 2020..

Va dato merito agli uomini dell’Arma che, con l’ausilio di telecamere, hanno portato avanti questa inchiesta, ma purtroppo la droga non è stata sgominata. La direttrice è il Valico di Chiunzi da Pagani, Nocera e Agerola da Castellammare di Stabia e provincia di Napoli, il mercato florido è quello della Costiera amalfitana, nessuno escluso, da Positano a Praiano, fino ad Amalfi, Atrani, Minori, Maiori e Cetara.

Un dramma sociale e umano , prima ancora che giudiziario.-

Commenti

Translate »