Coronavirus. Speranza replica a De Luca: per il ministro della Salute no a lockdown regionali

Più informazioni su

Coronavirus. Speranza replica a De Luca: per il ministro della Salute no a lockdown regionali. Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha minacciato di chiudere la Campania nel momento in cui i contagi dovessero continuare ad aumentare. Dopo poco, è arrivata la replica del ministro della Salute Roberto Speranza, il quale ha detto: “Ci teniamo pronti ad ogni evenienza, nel senso che abbiamo bisogno di essere pronti a misura qualora dovessero essere necessarie a livello di piccoli territori, a livello diciamo sub provinciale, escludiamo in questo momento interventi più larghi”.

Dunque, niente lockdown nazionali, regionali e provinciali.

Il governatore ed il ministro sono chiaramente in disaccordo anche sulla questione stadi: mentre il primo ha riaperto con apposita ordinanza, pur con limitazioni sul numero di utenti che possono essere accolti nelle strutture sportive, il secondo ha affermato: “No al 25% di capienza sugli spalti. Non sono d’accordo, penso che dobbiamo puntare le nostre energie sulle cose essenziali, non possiamo permetterci rischi impropri, in questo momento la priorità è la scuola”.

Ha poi aggiunto: “Lo valuteranno i nostri scienziati. Sono un grande tifoso di calcio, ma in questo momento le priorità dell’Italia devono essere le scuole, non possono essere gli stadi, e lo dico con il massimo rispetto anche perché ci sono persone che lavorano intorno agli stadi, quindi nulla può essere sottovalutato. Ma in questo momento non possiamo permetterci leggerezze. Il virus circola, non commettiamo errori”.

Più informazioni su

Commenti

Translate »