Cava de’ Tirreni. Il crollo dimenticato nella chiesa chiusa al cimitero

Cava de’ Tirreni. Il crollo dimenticato nella chiesa chiusa al cimitero. Da oltre un anno la chiesa del cimitero è inagibile a causa del crollo di parte del soffitto e della volta. Nell’estate scorsa crollarono circa tre metri cubi di materiale edili, da un’altezza di circa otto metri, che sfasciarono banchi e pavimento al momento dell’impatto. La chiesa del cimitero civico di Cava de’ Tirreni da anni presentava, per la verità, già criticità strutturali importanti derivate da infiltrazioni d’acqua profonde, I fatti furono già denunciati dalla coordinatrice provinciale e segretaria cittadina del MoVimento Verde, Lia Giordano. Oggi sul caso ritorna Luigi Petrone , neo eletto nelle file della minoranza dell’assise cavese con un post : «Queste sono le condizioni in cui versa la chiesa del cimitero di Cava. Non ci sono parole, non si può più nemmeno rendere omaggio ai propri cari defunti ». Petrone poi precisa: «Un anziano è caduto domenica. Sul posto è intervenuta anche un’ambulanza. Noi proponiamo di sistemare la chiesa del cimitero e di fare quella manutenzione necessaria per poter di nuovo rendere fruibile quella chiesa ai cavesi».

Anche in questo caso, così come dopo i danni per il maltempo, Luigi Petrone invita il sindaco Servalli a cercare tra le ditte metelliane quelle disponibili a effettuare i lavori nel minor tempo possibile e con i costi più contenuti.

Fonte La Città di Salerno

Commenti

Translate »