Cava de’ Tirreni. Danni al tetto, chiusa la scuola a Santa Lucia

Cava de’ Tirreni. Danni al tetto, chiusa la scuola a Santa Lucia. Prime grane per il sindaco Servalli, le piogge hanno fatto emergere la precarietà dei plessi

Prima grana per il sindaco Vincenzo Servalli dopo la rielezione: il maltempo porta a galla i problemi di manutenzione che interessano gli edifici scolastici proprio a ridosso della ripresa delle attività didattiche. La bomba d’acqua che si è abbattuta su tutto il territorio provinciale nei giorni scorsi ha compromesso, in particolare, il plesso di via Monticelli dell’Istituto Comprensivo della frazione Santa Lucia, tanto da far saltare, ieri, il rientro in classe degli alunni. La pioggia e il forte vento di domenica, infatti, hanno divelto parte della copertura della palestra annessa al plesso scolastico tanto che le lamiere – trascinate dalle raffiche – hanno impattato contro la facciata della scuola danneggiando le finestre.

Le circostanze, dunque, hanno reso necessaria la sottoscrizione di un’ordinanza sindacale per «inibire la permanenza di persone negli ambienti scolastici del plesso della scuola media di Santa Lucia per ragioni di sicurezza legate alle attività manutentive della copertura della vicina palestra e di rimozione dei pezzi di copertura rimanenti». Nel frattempo si fa sempre più urgente la predisposizione di interventi di messa in sicurezza di tutti i plessi del territorio.

Fermo restando che entro la fine dell’anno dovrebbero essere ultimati i lavori di riqualificazione della scuola di Passiano (chiusa da due anni per carenze strutturali) e l’intervento inderogabile alla scuola “Simonetta Lamberti” di Pregiato, risultata inagibile a seguito dei sopralluoghi fatti in estate, il Comune ha già predisposto una serie di altri opere di edilizia scolastica programmate per i due anni.

Nell’aggiornamento del Piano triennale delle opere pubbliche figurano diverse voci relative alla riqualificazione delle scuole: per la messa in sicurezza sono già stati stanziati 600 mila euro derivanti dal trasferimento dei fondi reperiti attraverso il mutuo acceso per la bonifica della discarica di Cannetiello. Un altro mutuo da 550 mila euro, invece, sarà destinato all’eliminazione delle barriere architettoniche. Le scuole interessate dai lavori sono quelle delle frazioni Annunziata, San Cesareo, Sant’Anna, San Lorenzo, San Giuseppe al Pozzo e Sant’Arcangelo.

Fonte La Città di Salerno

Commenti

Translate »