Castellammare di Stabia. Vigili urbani, caos totale: ora torna Vecchione

Castellammare di Stabia. Vigili urbani, caos totale: ora torna Vecchione. Caos totale nel settore di polizia municipale di Castellammare di Stabia. La notizia – anticipata ieri da Metropolis Quotidiano – delle dimissioni del comandante Alfonso Mercurio è il chiaro segnale di un fronte interno ai vigili urbani che non gradirebbe le ultime novità che hanno interessato la gestione di un servizio quantomai necessario per garantire la corretta applicazione del nuovo piano urbano di mobilità. Un progetto complesso ma rivoluzionario per Castellammare di Stabia, perché punta a risolvere il problema del traffico nel centro cittadino che già 30 anni fa veniva citato in una nota canzone dell’indimenticabile Pino Daniele.

Per comprendere il caos che regna all’interno del Comune di Castellammare di Stabia settore di polizia municipale basta pensare che nella giornata di ieri il comandante Alfonso Mercurio a seguito della notizia riportata da Metropolis ha chiesto una smentita sostenendo che «è destituita di ogni fondamento, ha suscitato lo stupore delle altre forze dell’ordine, di personalità pubbliche e dell’intera cittadinanza» e che «le dimissioni del comandante associate ad una netta sua divergenza in merito all’istituzione della Ztl, ai nuovi sensi di marcia e alla chiusura di piazza Giovanni XXIII, in tal modo facendo emergere un grave pregiudizio ricadente sul reale rapporto di collaborazione istituzionale intercorrente tra il comandante, il sindaco e l’assessore Scafarto». Per quanto riguarda il fatto che Mercurio restasse comandante fino all’individuazione di un sostituto era sottolineato anche nell’articolo di Metropolis pubblicato ieri. Per quanto concerne le dimissioni del comandante, comunicate con una lettera indirizzata al sindaco Gaetano Cimmino, all’assessore Gianpaolo Scafarto e alla segretaria generale Loredana Lattene lo scorso 19 settembre, la conferma arriva dalla stessa amministrazione comunale precisando però: «Le dimissioni sono per motivi personali e non per altro. Meno che mai per la Ztl».

Insomma, stando a questa ricostruzione, rispetto ai provvedimenti che riguardano il nuovo Piano Urbano di Mobilità non ci sarebbero divergenze di vedute tra il comandante della polizia municipale e l’amministrazione comunale.

E questo, alla fine, è l’aspetto più importante perché dopo i cambi dei sensi di marcia nel centro cittadino, domenica prossima scatta la zona a traffico limitato e i vigili urbani avranno un ruolo fondamentale per la buona riuscita del piano urbano di mobilità. Tanti infatti i cittadini che si sono lamentati per gli scarsi controlli in strada in questi primi due giorni, in particolare per quanto riguarda il rispetto dei divieti d’accesso: emblematici i video di decine di auto che percorrono controsenso via Marconi, pubblicati ieri sui social.

Per la sostituzione del comandante dei vigili Alfonso Mercurio, con tutta probabilità, si attenderà il ritorno di Antonio Vecchione dal prossimo primo dicembre dopo due anni trascorsi a capo della polizia municipale di Salerno.

Fonte Metropolis

Commenti

Translate »