Castellammare di Stabia. Museo, è già boom: 500 visitatori nel primo weekend

Castellammare di Stabia. Museo, è già boom: 500 visitatori nel primo weekend. Cinquecento visitatori nei primi tre giorni di apertura del Museo di Stabiae Libero D’Orsi. Poco meno di trecento solo nella giornata di domenica 27 settembre. Un inizio beneaugurante quello della mostra dei reperti dell’antica Stabiae che appena la settimana scorsa è stata inaugurata nella Reggia di Quisisana. Numeri importanti perché c’è da considerare che in questo periodo non si registrano dati significativi sul territorio per quanto riguarda le presenze di turisti.

museo di stabiae

Di sicuro il fatto che dopo 23 anni siano tornati in mostra reperti così importanti ha stimolato la curiosità di molti cittadini stabiesi, ma anche di persone delle città limitrofe, che hanno deciso di trascorrere qualche ora nel Museo per ammirare un patrimonio di straordinario pregio. D’altronde la stessa inaugurazione della mostra intitolata la prof Libero D’Orsi, da parte del direttore generale dei Musei Italiani, Massimo Osanna, e del sindaco Gaetano Cimmino ha riscosso successo anche a livello mediatico, perché la notizia è stata passata in quasi tutti i tg nazionali oltre che su tutti i principali quotidiani.

Le cinquecento persone che hanno deciso di pagare il biglietto per ammirare le bellezze del Museo fanno dunque ben sperare per il futuro. L’attenzione è proiettata alla prossima estate quando – si spera – i turisti potrebbero tornare a popolare il territorio.

Il Comune ha deciso di attendere la prossima primavera per attivare la navetta di collegamento dalla stazione di Castellammare Centro della Circumvesuviana, ma nel frattempo sta cercando di accelerare per sistemare il viale degli Ippocastani.

Nella giornata di ieri è stata indetta la manifestazione d’interesse per i professionisti che vorranno partecipare alla gara per realizzare il progetto del nuovo viale d’accesso alla Reggia di Quisisana. I professionisti avranno tempo fino al prossimo 15 ottobre per manifestare il loro interesse a prendere parte poi al bando in evidenza pubblica che mette in palio una consulenza da poco meno 60mila euro.

Il progettista incaricato dovrà poi ridefinire il nuovo viale degli Ippocastani tenendo conto della necessità di favorire un migliore accesso alla Reggia di Quisisana. Un restyling fondamentale dopo l’apertura del Museo di Stabiae. Il progetto è interamente finanziato dall’Unione Europea per circa 2 milioni di euro e l’amministrazione intende portarlo a compimento già nel 2021.

Fonte Metropolis

 

Commenti

Translate »