Castellammare di Stabia. Bufera sulla nuova ZTL: il comandante si dimette

Castellammare di Stabia. Bufera sulla nuova ZTL: il comandante si dimette. Il comandante dei vigili urbani Alfonso Mercurio si è dimesso. Con una lettera indirizzata al sindaco Gaetano Cimmino e all’assessore Gianpaolo Scafarto ha comunicato la sua decisione di lasciare la guida della polizia municipale a Castellammare di Stabia.

Mercurio ha spiegato che il motivo di questa scelta è da attribuire alla decisione di chiudere al traffico piazza Giovanni XXIII senza aver preventivamente installato i varchi d’accesso. Un problema, secondo Mercurio, perché costringe i vigili urbani a presidiare le transenne per evitare che gli incivili spostino le barriere ed entrino nella zona che dovrebbe essere chiusa al traffico di auto e moto. Creando anche problemi per quanto riguarda l’organizzazione del lavoro degli agenti. L’attivazione dei varchi è nei piani dell’amministrazione comunale, ma secondo il comandante dei vigili la chiusura di piazza Giovanni XXIII doveva essere subordinata alla loro entrata in funzione. Stando a quanto filtra da Palazzo Farnese nei giorni scorsi si sarebbero registrati non pochi momenti di tensione tra gli agenti della municipale e alcuni residenti del centro antico, che pretendevano di superare le transenne della ztl. D’altronde, nonostante si tratti della piazza che ospiti la sede del Municipio di Castellammare di Stabia, piazza Giovanni XXIII è sempre stato uno dei luoghi simbolo del degrado urbano della città tra sosta selvaggia e parcheggiatori abusivi. Alfonso Mercurio – dopo aver comunicato le dimissioni – dovrà restare comandante, fino a quando l’amministrazione comunale non troverà un sostituto. Un problema di cui avrebbe fatto volentieri a meno il sindaco Gaetano Cimmino, proprio nel momento in cui sta partendo il piano urbano di mobilità approvato dalla giunta.

Una sfida complessa, per certi versi rivoluzionaria, nella quale il primo cittadino è stato lasciato solo – assieme all’assessore Gianpaolo Scafarto – dai consiglieri comunali di maggioranza, che hanno deciso di non schierarsi per strategia politica e per il timore delle proteste dei commercianti e di parte dei cittadini che non vedono di buon occhio la svolta green voluta dall’amministrazione.

Sta di fatto che già nei prossimi giorni il sindaco di Castellammare di Stabia proverà a sciogliere i nodi rispetto al nuovo comandante dei vigili urbani perché il lavoro degli agenti diventa fondamentale per l’applicazione del Piano Urbano di Mobilità. Un piano che non è nato sotto una buona stella, considerando che ieri – nel primo giorno di applicazione dei nuovi sensi di marcia in molte strade del centro cittadino – la pioggia non ha dato tregua, facendo sì che aumentasse anche il numero delle auto in circolazione. Il traffico, in particolare tra viale delle Puglie e viale Europa, ha scatenato le proteste di molti cittadini che in particolare attraverso i social hanno manifestato il loro disappunto per il nuovo Piano Urbano di Mobilità.

Fonte Metropolis

Castellammare di Stabia. Bufera sulla nuova ZTL: il comandante si dimette

Commenti

Translate »