Capri-Napoli, corse via mare tagliate: l’ira dei sindaci

Corse di aliscafi tagliate sulla tratta Capri- Napoli, le amministrazioni comunali isolane chiedono alla Regione Campania l’immediato ripristino sottolineando «la violazione del diritto alla continuità territoriale » o in alternativa affidare il servizio alla Caremar. Lo scrive Marco Milano per il quotidiano di Metropolis.

In una nota congiunta i sindaci di Capri e Anacapri, Marino Lembo e Alessandro Scoppa e l’assessore ai collegamenti marittimi di Capri Paola Mazzina, dopo la soppressione dall’altro giorno di alcune corse da Capri per Napoli e altrettante per il viaggio via mare in senso inverso, hanno evidenziato all’ente regionale di Palazzo Santa Lucia che «la cancellazione di dette tratte storiche non solo crea molti disagi agli utenti ma contribuisce a rendere ancora più affollate e foriere di assembramenti le corse precedenti e successive».

Nel documento i due comuni isolani sottoscrivono che «tali riduzioni nel violare il diritto alla continuità territoriale producono una ulteriore violazione anche delle linee di regolazione dell’organizzazione del trasporto pubblico locale marittimo della Regione Campania». E’ stato, inoltre, ricordato in merito alla soppressione della corsa delle ore 8.05 da Napoli e delle ore 9.10 e 18.10 da Capri che le linee di regolazione devono garantire i servizi in apposite e determinate fasce orarie ed in particolare tre (dalle ore 6 alle 9.30, dalle ore 13 alle 15, dalle ore 18 alle 20.30). «D’altra parte non dobbiamo essere noi a ricordare – scrivono le due amministrazioni comunali isolane – il sostegno di centocinquantamila euro che di recente la Regione Campania ha riconosciuto ad ogni compagnia di navigazione come contributo per aiutare a superare la crisi economica ».

E da parte dei comuni di Capri ed Anacapri insieme all’istanza di immediato ripristino delle corse soppresse e di «ristabilire il diritto alla mobilità» anche la richiesta «in alternativa conformemente a quanto previsto per le linee di Ischia e Procida che venga autorizzata la società Caremar a svolgere il servizio di collegamento veloce anche sulla tratta Capri-Napoli e ritorno».

Commenti

Translate »