Calcio, il Napoli dilaga ed è valanga di goal. Napoli-Genoa 6-0. Le Pagelle di Pasquale Spera

Più informazioni su

E’ Napoli dottor Jekyll e mister Hyde. Si conferma anche ieri sera la doppia faccia di una squadra che nei primi 45’ delude e poi a spazi larghi dilaga inevitabilmente. La sfida con il Genoa è la prima della squadra di Gattuso in casa. In un San Paolo vuoto solo con 1000 spettatori il Napoli si rende protagonista di una buona prestazione solo nel secondo tempo. Nel primo tempo gli azzurri sembrano confusi e senza equilibrio tattico. Quelle poche idee che ci sono vengono dalla verve di Insigne che in due occasioni fornisce due assist a Osimhen ma, in entrambe le occasioni, manca la stoccata vincente. A centrocampo il duo lentezza Fabian Ruiz e Zielinski fanno fatica a fare sia la fase difensiva che offensiva. Il goal arriva da una invenzione di Mertens che crossa là dove c’è Lozano che segna il primo goal. Il Genoa la fa da padrona a centrocampo dove Badelj risulta essere il migliore. I rosso-blu sciupano una grossa occasione con Lerager. Anche il Napoli con Lozano ne sciupa una al 19’. L’infortunio ai flessori della coscia sinistra d’Insigne segna la fine almeno, nel primo tempo, delle azioni del Napoli. La luce del Napoli si spegne totalmente. Fortunatamente il Genoa non ne approfitta. La ripresa il Napoli si ricorda di essere una grande e si trasforma. S’inizia a giocare a due tocchi e a verticalizzare l’azione. Zielinski, impresentabile nel primo tempo, si sveglia. Prende palla a centrocampo e passa ad Elmas, il macedone fa un assist ad Osimhen che a sua volta di tacco smarca Zielinski che segna. Napoli-Genoa 2-0. E’ l’inizio della grandine azzurra. Al 50′ Elmas fa le prove del goal ma il tiro è respinto da Marchetti. Ci provano senza fortuna anche Di Lorenzo e Lozano. Mertens invece fa tre a zero. Il pallone da Zielinski arriva a Mertens che con un tiro di biliardo buca la porta genoana. Il 4-0 porta la firma di Lozano. Pandev passa a Zielinski che offre a Lozano il quarto goal(65’) Il 5-0 è una bell’azione di Hysaj che offre con un pallonetto ad Elmas che segna. La firma del 6-0 porta il nome di Politano che con un tiro a giro fissa il risultato( 71’). Il Napoli vince alla vigilia della grande sfida. Contro la Juve sarà sempre un Napoli dottor Jekyle Mr Hyde, speriamo di no.

Le pagelle di Pasquale Spera

Meret 6: Ordinaria amministrazione.
Di Lorenzo:  6,5 Gioca sempre con abnegazione e senso di professionalità. E’ sempre disponibile a dare una mano a tutti.
Manolas 6: Si appiccica a Destro come un francobollo e non lo molla un istante. (dal 45′ Maksimovic 6 – Ordinaria amministrazione)
Koulibaly: 6,5 Rimane a Napoli e questa è una bella notizia. Sta fisicamente e mentalmente bene e questa è una grandissima notizia.
Hysaj: 6,0 Nel primo tempo non offre certo una prova degna di un giocatore di calcio. Nel secondo tempo si dimostra bravo a difendere ed offendere. Bello il sombrero per Elmas nell’azione del goal.
Fabian 6,5 – Partita tattica dell’iberico. Non sa difendere ed in quel modulo contro squadre attrezzate a centrocampo saranno dolori.
Zielinski 6,5 Nel primo tempo lo cercano a chi l’ha visto. Si sveglia ed è bravo ad iniziare l’azione partendo da centrocampo e a terminarla con un bel goal. Deve e può essere più continuo.
(dal 73′ Ghoulam sv)
Lozano 7,5 – Uno dei migliori. Risorge dal campionato 2019-20 dove era stata una croce e diventa una delizia in questo campionato. Fornisce man forte all’attacco azzurro e anche in fase difensiva fa goal.
Mertens 7,5 – Il 4-2-3-1 gli permette di non essere marcato dal difensore di turno e di dialogare con tutti i giocatori offensivi Poi il goal è un colpo da biliardo. La squadra ha bisogno di lui per qualità tecniche e caratteriali.
(dal 66′ Lobotka 6 – Buon giro palla e niente di più)
Insigne 6,5 – E’ la luce del Napoli nei primi 25’.Offre ad Osimhen due palloni che il nigeriano sciupa sciaguratamente. Si spera di recuperarlo per la grande sfida
(dal 23′ Elmas 7 Il suo nome italiano significa diamante. Ed è un vero e proprio diamanta che luccica di giorno in giorno. Nel secondo tempo da equilibrio al Napoli segnando anche un bellissimo goal.
Osimhen 6,5 -Molto fumo e niente arrosto. Deve trovare spazi larghi per sfruttare le proprie capacità Sciupa clamorosamente ed in maniera sciagurata . Da elogiare la sua duttilità e la sua capacita di sacrificarsi anche in difesa. Unico neo aspetta troppo il pallone e si smarca poco.
Gattuso voto 6: Nel primo tempo non si rende conto che il centrocampo del Napoli fa acqua da tutte le parti senza nessun interdittore. Ha la sfortuna e fortuna nell’occasione dell’infortunio d’Insigne

di Pasquale Spera

Più informazioni su

Commenti

Translate »