Amalfi, elezioni 2020. Il dado è tratto: nuova chance per Del Pizzo? Milano non desiste

Amalfi, il dado è tratto per le elezioni comunali. L’ex sindaco Alfonso Del Pizzo è pronto ad una nuova chance, ma l’attuale sindaco Daniele Milano non ci pensa neanche ad abbandonare il ruolo di primo cittadino dell’Antica Repubblica Marinara. Sarà una battaglia all’ultimo voto, vediamo cosa scrive La Città di Salerno.

La lista “Liberi” che sostiene Milano può contare su un gruppo coeso, in gran parte reduce dagli ultimi cinque anni di amministrazione. La campagna elettorale, infatti, è stata soprattutto incentrata su quanto il gruppo di maggioranza è riuscito a fare durante l’ultimo mandato, tanto che è stato inviato ai cittadini del paese capofila della Divina anche un opuscolo con i risultati raggiunti.

Dall’altro lato la lista “Amalfi rinasce” con candidato a sindaco Alfonso Del Pizzo. Una squadra che può vantare nomi di peso nel panorama della politica locale con due ex sindaci tra i candidati. Il leitmotiv della campagna elettorale di quest’ultimo schieramento sono stati i progetti per la ripresa del turismo e la creazione di un paese a misura d’uomo, sia per i residenti che per i turisti.

La battaglia politica tra questi due schieramenti va avanti ormai da anni. Era il dicembre del 2014 quando il sindaco uscente, Daniele Milano, allora assessore al turismo, determinò la fine anticipata del mandato di Del Pizzo insieme con Gennaro Pisacane, Matteo Bottone, e Francesco De Riso. Nonostante tutto il candidato a sindaco di “Amalfi rinasce” ha sempre dichiarato che non si tratta di una rivincita personale ma di una rivincita del paese.

Amalfi, come anche gli altricomuni della Costiera che andranno al voto, ha risentito delle incognite e delle limitazioni legate al Covid-19 durante la campagna elettorale. Ora, però, manca solo il responso più importante quello dell’urna.

Commenti

Translate »