A tre mesi dall’incidente di Alex Zanardi, segnali di speranza dal medico Costa: “io vedo Alex alle prossime Olimpiadi”

Più informazioni su

Dopo tre mesi dall’incidente di Alex Zanardi, il campione è ricoverato all’Ospedale San Raffaele di Milano e, a dare delle speranze di ripresa, in un’intervista a La Stampa, è il dottor Claudio Costa, amico e medico sportivo di Alex, cha ha rivelato: “Con lui ho un rapporto simbiotico, un legame profondo. Ha iniziato la fisioterapia neurologica che in medicina è quella fase in cui si aspettano le sorprese e i miracoli. Ho visto miglioramenti, dà risposte agli stimoli, stringe le dita, gli stanno rieducando la testa. Ha un fisico da fantascienza e una mente straordinaria, lo so che questa volta si parla del cervello, ma sono sicuro che lui saprà inventarsi qualcosa con quello che è rimasto. La moglie Daniela è una donna formidabile, presente e capace di sopportare tutto, una figura chiave, la sua principale fonte di stimoli. Mi fa fatica a dirlo perché di lui ho una considerazione infinita, ma lei è persino più forte”. Il dottore racconta di essere stato sempre fiducioso sulla ripresa di Alex tanto che: “Il giorno dell’incidente ho visto la mamma di Alex e le ho detto: “guarda che questo vive”. Era disperata, ma mi è grata per quella speranza. Sarò pazzo, ma di sogni non ce ne sono mai abbastanza e io vedo Alex alle prossime Olimpiadi”.

 

Più informazioni su

Commenti

Translate »