Sorrento. Si vota il bilancio, Cuomo ai saluti dopo dieci anni

Più informazioni su

Sorrento. Si vota il bilancio, Cuomo ai saluti dopo dieci anni. E’ l’ultima seduta di consiglio comunale prima delle elezioni. Quelle che porteranno Sorrento a dover scegliere il successore del sindaco uscente Giuseppe Cuomo, che dopo dieci anni di governo lascerà la fascia tricolore a uno dei quattro candidati in corsa alle urne. L’appuntamento è per oggi pomeriggio alle 17 in sala consiliare.

All’ordine del giorno ci sono stati provvedimenti importanti, cruciali. A iniziare dal piano triennale delle opere pubbliche con l’elenco annuale, il tariffario Tari, le aliquote Imu e il bilancio previsionale. Tutti argomenti di primo piano e la cui approvazione, anche a causa del lockdown dovuto alla pandemia da Covid 19, è slittata.

A proposito di opere pubbliche. Fari accesi in particolare sul percorso pedonale meccanizzato da costruire tra il porto di Marina Piccola e il parcheggio comunale Achille Lauro di via Correale: si tratta di un’infrastruttura dal costo di circa 16 milioni di euro con la Regione Campania intenzionata a finanziare metà dell’importo. Il sindaco Cuomo non ha mai escluso l’ipotesi del project financing. Sul punto, nel fine settimana, si sono confrontati i quattro candidati sindaco. L’ex sindaco Marco Fiorentino, gli ex assessori Mario Gargiulo e Massimo Coppola e il leader della civica “Riprendiamoci la città” Francesco Gargiulo hanno idee simili. Come anche scritto nei rispettivi programmi elettorali, la realizzazione dell’infrastruttura è un’esigenza. Così come è urgente definire l’iter. Tutti concordano sul fatto che bisogna valutare la possibilità di evitare una “privatizzazione”. La gestione secondo tutti i candidati deve essere pubblica ma ciò va valutato con la disponibilità economica del Comune di Sorrento, le cui entrate – a causa del Covid 19 – sono notevolmente diminuite, a iniziare dai tributi.

Fonte Metropolis

Più informazioni su

Commenti

Translate »