Positano, il neo candidato sindaco Giuseppe Guida: “Sono onorato, ruolo molto importante” – ESCLUSIVA

Positano, Costiera amalfitana. Si respira sempre più aria di elezioni, dopo le anticipazioni di Positanonews proprio ieri è giunta l’ufficialità: l’assessore Giuseppe Guida è candidato sindaco. Assessore all’ambiente, al bilancio, commercialista, Guida ha tutte le carte in regola per proseguire il percorso politico dell’attuale sindaco Michele De Lucia con il gruppo l’Alba della Libertà. Finalmente tutti gli scenari politici della costa d’Amalfi prendono vita, e non potevamo non intervistare in esclusiva il neo candidato sindaco della città verticale.

Come ti senti dopo la scelta del gruppo nel designare te come candidato sindaco?

Mi sento onorato per questa scelta e sento la responsabilità di un ruolo molto importante per noi, anche per proseguire un percorso politico in un momento come quello che sta vivendo Positano adesso.

Su cosa vorresti puntare maggiormente?

Voglio puntare maggiormente sulla cultura, sulla storia del territorio, ma anche sulle problematiche sociali ed economiche del paese. Sulla cultura abbiamo in mente alcuni progetti legati alla storia della nostra terra.

Su quali basi è avvenuta la scelta del tuo nome?

Non mi sento il migliore. C’erano vari candidati sindaci che sono stati sollecitati, come Antonio Palumbo, Raffaele Guarracino, Francesco Fusco. Alla fine si è deciso di convergere sul mio nome dopo una serie di valutazioni che servivano a portare avanti questo percorso. Il sindaco Michele De Lucia ha vagliato le opzioni ed ha fatto le sue valutazioni con tutti noi.

Cosa ne pensi degli altri candidati?

Non ho nessuna preferenza o avversione, io credo che per ognuno di noi debba prevalere un pensiero per il bene comune del paese. Credo che nel paese ci debba essere sempre e comunque una minoranza e un dialogo democratico nel contesto dell’amministrazione.

Come organizzerai la lista?

Questa lista innanzitutto porterà avanti il nucleo essenziale del gruppo che ha lavorato in questi anni. Poi stiamo lavorando anche su tutte le forze sociali del territorio, per convergere le tante energie e risorse che abbiamo.

Commenti

Translate »