Piano di Sorrento. I consiglieri Mare e D’Aniello sulle lunghe file per i test: “Attese poco salutari e rischiose”

Piano di Sorrento. I consiglieri Mare e D’Aniello sulle lunghe file per i test: “Attese poco salutari e rischiose”.

Le lunghe file di carottesi sotto il sole, il distanziamento sociale non rispettato, in aggiunta alle denunce di cittadini che parlano di test esauriti in anticipo e del poco personale sanitario impegnato, unita all’affluenza “prevedibile” di abitanti provenienti da tutti i comuni del comprensorio sorrentino, sono il manifesto di questo disastro annunciato.
Nel weekend ferragostano abbiamo pubblicamente preso le distanze dalla decisione incomprensibile e pericolosa di svolgere test di massa senza alcuna organizzazione o filtro preventivo, ma a nulla sono valsi gli appelli per l’adozione di un diverso metodo, di un allungamento dei tempi e di un diverso scaglionamento.
È prevalsa la compulsiva attenzione ai social del Sindaco, che l’hanno indotto a cambiare decisioni e comunicati a stretto giro, alimentando preoccupazione e confusione nella cittadinanza.
I risultati oggi sono sotto gli occhi di tutti coloro che vogliono vedere, con il rischio di aver innescato una bomba ad orologeria non solo a Piano di Sorrento ma in tutta la penisola sorrentina.
Con tale disorganizzazione si è infatti deciso di esporre i cittadini che stanno partecipando al test, oltre a lunghe attese poco salutari vista la canicola, al ben più pericoloso rischio di essere a stretto contatto con persone potenzialmente infette.
Su tutto questo non si può tacere, non si può consentire che qualcuno dica: «Va tutto bene madama la marchesa» e non accertare responsabilità.
Gli scriventi, esponenti dell’opposizione Consiliare, nel rispetto del nostro ruolo e del mandato conferito dai cittadini, non possiamo non denunciare e non alzare il tono, anche se ciò farà storcere il naso al Sindaco ed al gruppo consiliare “Podemos” che spesso, come in questa circostanza, è più propenso a criticare le nostre eccezioni piuttosto che l’operato dell’amministrazione.

I consiglieri
Antonio D’Aniello
Salvatore Mare

Commenti

Translate »