Oggi è la Giornata Internazionale del Gatto: ecco perché fa bene averne uno

L’8 agosto si celebra in tutto il mondo il World Cat Day. Si stima che in Italia siano più di 60 milioni gli animali d’affezione, 7,3 milioni di gatti, membri a tutti gli effetti delle famiglie che contribuiscono attivamente alla gioia e al benessere dei proprietari.

In certi momenti non c’è antistress più potente e naturale di un gatto, con le sue fusa e gli occhi che sembrano parlare. Averne uno e amarlo porta, però, non solo questo beneficio: fa bene più nel complesso alla salute psicologica, giova alle relazioni e rende più resilienti, almeno all’inizio dell’avventura con il proprio amico felino, anche verso i piccoli problemi quotidiani, dal mal di testa al raffreddore.

giornata internazionale gatto

Proprio in questo giorno non potevamo non riportare, come scrive “doveecomemicuro”, i dieci benefici nell’avere un gatto.

1. Diminuisce lo stress e allontana la depressione

Una delle prime ragioni, per cui è consigliato avere questo felino in casa, ha a che fare con il fatto che la compagnia di questo animale riesce a ridurre lo stress e ad allontanare la depressione nei loro padroni. In particolare, le fusa sono delle vibrazioni che i gatti emettono ogni volta che vengono accarezzati e che ricevono delle coccole.

2. Aiuta a superare i lutti

L’utilità del gatto, nel superare gli stati depressivi, è stata accertata anche nelle persone che hanno subito una perdita recente. I risultati di alcune ricerche scientifiche, infatti, hanno dimostrato che chi sta accanto ad un micio supera più facilmente un lutto, rispetto a chi non ce l’ha. Infine, altri studi dimostrano che i malati di AIDS, o di Alzheimer, oppure i disabili e gli anziani, hanno una minore frequenza di cadere in degli stati depressivi, se si trovano a vivere con questo felino.

3.  Aiuta a migliorare le condizioni mentali di chi è affetto da problemi psichici

Un altro motivo per possedere un gatto in casa è legato alla capacità di questo animale domestico di migliorare la salute mentale di chi è affetto da problemi psichici. Da un recente studio, reso noto sulla rivista scientifica BMC Psychiatry, questi animali domestici riescono ad influenzare in maniera positiva chi soffre di disturbi mentali.

4.  Aiuta a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari

La presenza di un gatto in una casa permette, alle persone che ci abitano, di poter ridurre i rischi di malattie cardiovascolari. Prendersi cura di questo felino riesce ad abbassare i livelli di ansia e quindi ha un effetto calmante sul cuore. A questo proposito, i ricercatori dell’American Journal of Cardiology sostengono che i proprietari di questo animale a quattro zampe potrebbero vivere un anno in più rispetto a chi non lo possiede. Anche in questo caso, l’effetto calmante al cuore deriva dalle fusa.

 5.  Riduce la possibilità di sviluppare allergie

Un’altra ricerca americana ha dimostrato anche che un altro motivo, per avere un gatto in casa, è legato al fatto che la presenza di questo animale in un’abitazione dimezza il rischio di insorgenza di allergie. A rendere possibile tutto questo sarebbe la presenza di alcune sostanze sulla bocca dei gatti, che, se poste a contatto con l’uomo, avrebbero un effetto protettivo su di lui.

6.  Aiuta la guarigione delle fratture ossee

È consigliato tenere un gatto nella propria abitazione, anche perché le frequenze delle fusa feline sono molto simili agli Hertz di alcune cure terapeutiche usate per far rinsaldare le ossa dopo una frattura. Per questa ragione, le fusa di questi felini contribuiscono a far guarire una frattura ossea e a favorire un rafforzamento della solidità delle ossa.

7.  Aiuta a distendere la muscolatura 

Infine, la decisione di tenere questo animale a quattro zampe a casa è motivata anche dal fatto che il contatto con questo felino ha degli effetti positivi sulla tensione a livello muscolare. Alcuni scienziati hanno dichiarato che le vibrazioni emesse dai gatti, quando vengono coccolati, vanno ad accrescere la capacità di un tessuto muscolare di rilassarsi. In questo modo una fascia muscolare contratta può distendersi e una ferita è in grado di guarire più facilmente.

8.  Aiuta a conciliare il sonno

Godere della compagnia dei gatti è vantaggioso, perchè questi ultimi aiutano a conciliare il sonno. Uno studio della Mayo Clinical Proceedings ha stabilito, a questo proposito, che la convivenza con questi animali a quattro zampe garantisce che i loro proprietari dormano in maniera più tranquilla e serena. Questa tesi è stata appunto confermata dal fatto che, chi possiede questi felini, ha in varie occasioni dichiarato che ha dei sonni più distesi e rilassati, proprio grazie alla presenza del proprio micio.

9.  Fiutano le fughe di gas

Un’altra ragione, per tenere un gatto con sé, è quella legata alle possibili fughe di gas. I felini infatti sono dotati di un ottimo olfatto e, grazie a ciò, riescono a percepire se in una determinata abitazione se c’è pericolo, in quanto l’aria è contaminata dalla presenza di monossido di carbonio. Con questa dote, i gatti hanno la possibilità di scongiurare l’accadimento di eventi tragici e di salvare vite umane.

10.  Sono bravi nel capire chi sta avendo una crisi epilettica

I gatti infine riescono a percepire se il proprio padrone viene colpito da una crisi epilettica. In questo caso, questo animale a quattro zampe può avvisare le altre persone presenti nell’abitazione, che hanno l’opportunità di soccorrere chi è stato colpito dall’epilessia.

Commenti

Translate »