Migliaia in piazza in Europa contro le misure anticovid

Più informazioni su

    «Il Covid è una bufala», «No alle mascherine», «È tutto un piano dei potenti». Da Londra a Parigi, da Berlino a Zurigo, monta la protesta contro le restrizioni imposte dai governi per combattere la pandemia, tra le tesi negazioniste e chi semplicemente non ha più intenzione di stare in quarantena.
    L’onda era partita la settimana scorsa da Madrid, con centinaia di persone scese in piazza al grido di “Libertà” contro l’obbligo di indossare le mascherine in vigore in Spagna. Ieri è stata la volta di Berlino, dove la polizia è intervenuta per disperdere una marcia di 30mila persone, di cui 300 sono state arrestate per il mancato rispetto delle misure di distanziamento sociale e protezione.
    A Londra invece, più di un migliaio di persone si sono riunite a Trafalgar Square, dove le uniche mascherine indossate sono state quelle con il volto di Guy Fawkes, del film V per Vendetta. La protesta è scattata dopo che il ministro della Salute, Matt Hancock aveva ammonito che in caso di aumento dei contagi sarà necessario «adottare lockdown locali molto estesi o intraprendere ulteriori azioni nazionali».

    Stesso scenario a Parigi e Zurigo: nella capitale francese circa 300 persone si sono riunite in Place de la Nation per protestare contro l’uso obbligatorio delle mascherine, con il sostegno di alcuni gilet gialli. Risultato: 123 multe per mancato utilizzo della mascherina. Ma intanto il contagio non si arresta: sono oltre 25 milioni i casi di coronavirus ufficialmente registrati nel mondo, gli ultimi dati. I decessi totali sono circa 842.500.

    Berlino, 30mila in piazza: 300 arrestati

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »