Quantcast

La riflessione di Gaetano Milano sulla situazione politica di Sorrento: “Incantatori di serpenti e imbonitori”

Sorrento. Gaetano Milano ha affidato al proprio profilo Facebook un lungo sfogo con cui fa chiarezza circa l’ipotesi di una sua possibile candidatura alle prossime elezioni, sia esprimere un giudizio circa la situazione politica della città.

“Mi sarebbe piaciuto propormi come futuro Sindaco di Sorrento. Non ho raccolto i necessari consensi, ne ho preso atto e quindi ho ritenuto conclusa la mia esperienza amministrativa diretta, mettendo a disposizione le mie esperienze (dal 1986)per chi le riteneva e le ritiene utili -ha dichiarato- Il mio impegno resta la Fondazione Sorrento, inseguendo il sogno-progetto di farne punto di riferimento culturale e turistico di Sorrento e della Penisola Sorrentina, a prescindere dagli uomini che la guidano. La dimensione attuale mi mette nella condizione di essere osservatore distaccato(sino ad un certo punto)di quel che sta accadendo: gli incantatori di serpenti che, confidando nell’abituale memoria corta dei sorrentini, si ripropongono sotto mentite spoglie; i nuovisti(che nuovi non sono)che magari attingendo alle nuove generazioni, cercano di perpetuare l’esercizio di antichi poteri; candidati alla vorace ricerca del consenso elettorale personale (per fare che non pare abbia importanza), imbonitori di piazza sempre attivi che al momento opportuno trovano il modo di riproporsi, una platea di elettori attivi che si muove in questa canea,che, anche attraverso questo strumento,si cerca di influenzare evocando meriti mai esistiti, annunciando divorzi dal cattivo coniuge, in realtà mai consumati ,per smarcarsi dal passato perché può convenire in questa fase, e come diceva un vecchio anchor-man,tanto altro ancora. Tutto ci sta e ci può stare,tuttavia quel che più da fastidio è la pretesa di fare la pipì espungendo acqua santa dall’ombelico: questo proprio no”.

Generico agosto 2020

Commenti

Translate »