Il maltempo flagella il Nord: uomo travolto da un torrente

Più informazioni su

Il maltempo flagella il Nord: uomo travolto da un torrente. Un uomo travolto da un torrente in piena nel Varesotto, un diciassettenne ferito dall’ondina di un tetto staccata da una tromba d’aria a Genova, persone bloccate in una chiesa allagata sulle sponde del lago d’Orta, i pazienti di una casa di riposo di Milano trasferiti perché nella notte, a causa del vento e della pioggia, si è scoperchiato il tetto, i passeggeri di un treno bloccato sulla linea del Brennero evacuati in Trentino: sono solo alcuni dei danni causati dalle continue ondate di maltempo che da venerdì hanno colpito tutte le regioni del Nord e che non accennano a fermarsi.
L’allerta infatti rimane alta per pioggia, grandine e frane nel weekend del controesodo: ieri si sono registrate code e rallentamenti per chi rientrava dalle vacanze.
LE RICERCHE A dare l’allarme per il trentottenne disperso nel Varesotto è stato un amico che era con lui nella zona vicino al lago Delio, e che lo ha visto trascinare via nelle acque del torrente in piena. Le ricerche sono andate avanti fino a che le condizioni meteo lo hanno permesso. Poi, complice la pioggia, si sono dovute interrompere e riprenderanno oggi.
Nel Comasco invece diverse strade sono state chiuse a causa di smottamenti. Tra queste la statale Regina, quella che costeggia il lago di Como, chiusa in mattinata fra Domaso e Gravedona: qui una ventina di abitanti e turisti è stata costretta a lasciare la propria casa, mentre nell’Alessandrino una frana è arrivata sulla A7, l’autostrada che collega Milano a Genova.
Nel Veronese – colpito domenica scorsa dal tifone – si è verificato un nubifragio (nella notte tra venerdì e sabato) che ha creato allagamenti e sradicato piante, mentre nel pomeriggio è stata la volta di una tromba d’aria e di una fortissima grandinata nella provincia confinante di Cremona e Mantova, con chicchi che, raccontano gli abitanti, «avevano la grandezza di uova». Danni ingenti ma ancora da quantificare a diversi edifici e soprattutto alle coltivazioni, non ultima quella dell’uva dato che la a zona del Veronese colpita è quella dove si produce il Soave. Danni ancora maggiori per una tromba d’aria nel Vicentino mentre anche la provincia di Belluno, Cortina d’Ampezzo inclusa, è stata investita da grandinate e forte vento con relativi danni e smottamenti.

Fonte Il Mattino

Più informazioni su

Commenti

Translate »