Escrementi davanti alla sede Caritas Amalfi-Cava de’ Tirreni, l’ira di don Francesco

Un freno all’inciviltà e alla maleducazione di quanti di notte non trovano luogo migliore dell’ingresso della Caritas Diocesana per espletare i proprio bisogni fisiologici. Ecco tutta la vicenda riportata da Giuseppe Ferrara per il quotidiano “La Città di Salerno” in edicola oggi.

Su tutte le furie il direttore don Francesco Della Monica che dopo l’ennesimo rinvenimento di escrementi e urina davanti alla sede di piazza Vittorio Emanuele II, ha chiesto l’aiuto degli operatori della Metellia Servizi per rimettere in sesto l’accesso alla struttura e – contemporaneamente – ha redarguito gli ignoti responsabili nella speranza che episodi come quelli verificatisi negli scorsi giorni non continuino a verificarsi. Non è la prima volta che don Francesco Della Monica, direttore della Caritas Diocesana Amalfi-Cava de’ Tirreni, dirigendosi all’ingresso della struttura che si trova in piazza Vittorio Emanuele II si è accorto di escrementi disseminati lungo il piccolo vialetto e di un forte odore di urina proveniente dagli angoli più nascosti.

A quanto pare, soprattutto durante la notte e nei weekend, alcuni incivili si divertono a espletare i propri bisogni fisiologici approfittando dell’ingresso un po’ nascosto della Caritas Diocesana, così da non essere visti e poter tranquillamente agire in maniera indisturbata, in barba alla più elementari norme di igiene e civiltà. A questi vandali si aggiungono poi i padroni di animali domestici che, allo stesso modo, lasciano i cani effettuare i propri bisogni nella stessa zona dimenticandosi poi di raccogliere gli escrementi e rimuoverli, così come previsto dalla disciplina comunale in materia.

All’ennesimo rinvenimento di escrementi sia umani che animali don Francesco Della Monica non ha potuto fare altro che segnalare la cosa agli operatori della Metellia Servizi (la partecipata del Comune che si occupa di igiene urbana e raccolta dei rifiuti) e redarguire, tramite i canali telematici della Caritas, gli ignoti responsabili dell’infelice rinvenimento di escrementi. «Per fronteggiare l’inciviltà di qualcuno che utilizza Piazza Vittorio Emanuele II e l’ingresso della

Caritas Diocesana come luogo dove espletare bisogni fisiologici propri e di animali domestici – ha raccontato don Francesco – la Metellia Servizi ha operato una riqualificazione dell’area ripulendo e sanificando tutto. Ringraziamo di cuore l’azienda e gli operai che hanno ridonato dignità a chi accede ai nostri servizi. Agli altri diciamo di evitare di compiere questi atti incivili, vergognosi e da paese non civile come invece non è la nostra città ». Per il momento la Caritas Diocesana Amalfi-Cava non è voluta ricorrere all’ausilio delle telecamere di videosorveglianza presenti in zona.

Commenti

Translate »