Quantcast

Domani è il giorno di Don Danilo: il primo parroco non positanese

Domani, 5 agosto, è il giorno di don Danilo Mansi, colui che ricoprirà il ruolo di parroco di Positano. Si tratta della prima volta nella storia che tale ruolo verrà ricoperto da un “non positanese”. Nella storia, dal dopoguerra, ci sono stati Monsignor Saverio Cinque, don Raffaele Talamo, don Giulio Caldiero, don Michele Fusco e don Nello Russo; ora è la volta di don Danilo, a cui va il nostro grande augurio: il primo parroco non positanese.

Dopo l’esperienza a Conca de’ Marini, quindi, don Danilo guiderà la chiesa di Positano. La data del 5 agosto, come già detto, è significativa, in quanto comincerà la classica funzione “Esce ‘a Maronna”, con la statua della Madonna che viene fatta uscire dalla cappella di Santo Stefano, dove si trova durante l’anno, e posta sul trono dove resterà fino al 22 agosto.

Don Danilo, come rivelammo in inverno, aveva preannunciato ai suoi fedeli più stretti la decisione e sarebbe anche ben accetto a don Giulio Caldiero, che ha amministrato fino ad ora la Parrocchia positanese. Nato a Nocera Inferiore il 31 luglio del 1984 da Antonio e da Malinconico Annamaria (residenti a Maiori), don Danilo è stato ordinato sacerdote l’11 settembre 2009 da Mons. Orazio Soricelli nella Cattedrale di Amalfi. Vicario parrocchiale nella Chiesa di S. Pietro Apostolo in Cetara e Segretario dell’Arcivescovo.

Commenti

Translate »