Cava de’ Tirreni, tornata elettorale da 450 candidati

Valentino Di Domenico, Il Mattino
Mancano ormai pochi giorni alla scadenza del termine ultimo per la presentazione ufficiale delle liste, in vista delle elezioni amministrative in programma il prossimo 20 e 21 settembre. Negli oltre mille comuni italiani chiamati al voto infatti c’è tempo fino alle ore 12 di sabato 22 agosto per presentare le liste. A Cava de’ Tirreni, salvo clamorosi colpi di scena dell’ultim’ora, si prospetta una sfida a sette. Ben diciannove invece le liste che dovrebbero prendere parte alla tornata elettorale per un totale complessivo di circa quattrocentocinquanta candidati alla carica di consigliere comunale. Anche questa volta un vero e proprio «mini esercito» di aspiranti consiglieri si presenterà all’elettorato metelliano. Per poche decine di candidati non si raggiungerà il record di cinque anni fa quando alle amministrative del 2015 le liste erano venti e i candidati erano poco più di cinquecento. Al momento, quindi, sono sette coloro che hanno annunciato la candidatura a sindaco. L’ultimo in ordine di tempo ad ufficializzare la sua discesa in campo è stato il 28 enne Davide Trezza, leader cittadino e coordinatore nazionale di Potere al Popolo. Trezza si aggiunge agli altri sei che già da settimane hanno avviato la campagna elettorale.
LA TRINCEA
In prima linea c’è ovviamente il sindaco uscente, Vincenzo Servalli, che punta al bis. Con lui ci saranno sei liste: Partito Democratico, Partico Socialista Italiano, e le civiche Insieme per Servalli Sindaco, Unione Popolare, Cava Avanti, e Cava ci appartiene. Il centro destra (Lega, FI, FdI, Udc e il movimento civico Siamo Cavesi) invece punta tutto su Marcello Murolo per riconquistare il Palazzo di Città. In corsa per la carica di sindaco ci sono anche Enrico Bastolla (sostenuto dalle civiche «Liberi di» e «Cava per Cava»), Giuseppe Benevento del Movimento Cinque Stelle e Umberto Ferrigno, alla guida della lista civica Identità e Tradizione. Pronto alla tornata elettorale anche Luigi Petrone, l’ex guardiano del convento di San Francesco e Sant’Antonio, che dovrebbe schierare a sostegno della sua candidatura a sindaco, altre due liste civiche alla già annunciata «La Fratellanza». Sembra saltata, invece, la presentazione di una lista autonoma di Amiamo Cava, la civica capeggiata dal consigliere comunale uscente Matteo Monetta. In queste ore pare che siano in corso ulteriori trattative per l’inserimento di alcuni esponenti della compagine civica in qualche altra lista.

Commenti

Translate »