Calcio. Juve Stabia: presentazione del nuovo allenatore Pasquale Padalino

Ieri allo stadio “Romeo Menti” di Castellammare di Stabia si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del nuovo tecnico delle Vespe, Pasquale Padalino, in presenza dell’Amministratore Unico, Gianni Improta e dal neo direttore sportivo, Filippo Ghinassi. Ecco le dichiarazioni di Ghinassi: “Presentiamo un allenatore adatto alla Juve Stabia. La riflessione è stata lunga per cercare un tecnico capace di guidare la squadra in una stagione così particolare, che potrà essere difficile visti i tempi e le esigenze di ricostruzione ma che potrà anche essere esaltante. È un allenatore preparato e con le spalle largo, in grado di gestire una situazione imprevedibile come quella post-Covid; affronteremo squadre che stanno programmando da oltre due mesi. Il tempo è il nostro peggior nemico ma ciò nonostante siamo stati rapidissimi a contrattualizzare un allenatore così importante. Ora ci concentreremo sulla situazione dei singoli calciatori con la consapevolezza che ci sono calciatori oggettivamente forti ma con contratti non in linea con le nostre esigenze e che limitano eccessivamente il budget. Per Forte parliamo di un esborso economico che chi è interessato al calciatore dovrà sostenere; per altri elementi la risoluzione senza ulteriori spese per il club potrebbe essere una soluzione positiva”. Anche il neo allenatore ha parlato della voglia di ripartire e di cimentarsi in questa nuova esperienza: “Ringrazio la Juve Stabia per la responsabilità affidatami, quella di guidare la rinascita di una piazza così prestigiosa e delusa da un risultato così negativo. Dobbiamo mettere da parte l’amarezza perché il tempo è poco e calarci nella nuova stagione. L’obiettivo è rendere orgogliosi i tifosi per ciò che faremo. Ho trovato subito empatia con il direttore Ghinassi e non ho potuto che accettare la sua proposta senza esitazioni. Al momento è difficile parlare di calciatori perché la rosa è sulla carta molto scarna. Una volta messe le basi tecniche, valuteremo come giocare. Non inizio dalla prima di campionato da parecchio e per questo credo che la mia voglia di ripartire si sposi benissimo con quella della Juve Stabia. Non abbiamo parlato di obiettivi specifici se non quello di essere protagonisti in un campionato in cui ci sono tante compagini che hanno ambizioni di vittoria: vogliamo rendere fieri di noi i tifosi. A loro dedico la speranza di poterli vedere numerosi presto allo stadio perché il calore della tifoseria è per la Juve Stabia risorsa insostituibile”.

Commenti

Translate »