Beneficenza a favore dell’Unicef. A Capri arriva Chiara Ferragni

Beneficenza a favore dell’Unicef. A Capri arriva Chiara Ferragni. «Venerdì vado a Capri per il mio primo lavoro dopo le vacanze in Sardegna con la famiglia». E’ atteso in queste ore lo sbarco sull’isola azzurra di Chiara Ferragni, l’influencer più seguita del mondo con i suoi oltre venti milioni di followers, infatti, prenderà parte, come da lei stessa annunciato, proprio sulla terra dei Faraglioni al primo appuntamento professionale dopo il break estivo. La “signora Fedez” sarà la testimonial d’eccezione dell’evento “LuisaViaRoma” che ha scelto l’isola azzurra per la serata di presentazione ai Giardini di Augusto del suo primo libro e per un evento in partnership con l’Unicef dedicato alla tutela dei bambini più vulnerabili. “Legata a LuisaViaRoma fin dagli inizi della sua carriera nel 2009 – si legge nella nota che illustra l’evento caprese di questa sera – Chiara Ferragni imprenditrice digitale tra le più stimate del fashion system sarà special guest e madrina della serata. LuisaVia Roma, la sceglie per questa occasione, in quanto esempio di imprenditrice italiana dal successo internazionale”. E la maison a fronte del patrocinio morale del comune di Capri e dell’utilizzo dei Giardini di Augusto, con esclusione dell’accesso al pubblico nei giorni interessati dall’appuntamento, destinerà anche la somma di venticinquemila euro per il rifacimento e l’adeguamento dell’impianto elettrico del sito turistico. L’arrivo sull’isola azzurra dalla Sardegna di queste ore di Chiara Ferragni è un ritorno dopo la sua precedente venuta a Capri dodici mesi or sono, ma il primo “selfie” con sfondo i Faraglioni per la neo cantante che con Baby K ha siglato uno dei tormentoni dell’estate “Non mi basta più”, è datata 2015. Quando, anche in quel caso proveniente dalla Sardegna, sbarcò per la prima volta sul piccolo grande scoglio amato dagli imperatori romani, “raccontando” ai suoi seguaci, milioni di fedelissimi, l’incanto e la bellezza di una terra magica che da allora non rinuncia mai a visitare nei mesi estivi, sempre, come fosse un rito, partendo da un’altra isola, quella sarda.

Fonte Metropolis

Commenti

Translate »