Vietri sul mare. Per le spiagge libere si pagherà un euro

Vietri sul mare. Per le spiagge libere si pagherà un euro, tutti si adeguano in Costiera come a Positano , dove è 10 euro, ma con il lettino . Insomma il “modello” Positano viene adottato da tutti i paesi della Costiera amalfitana, a Minori già lo facevano per 4 euro, la Costa d’ Amalfi si adegua , grazie alle norme coronavirus covid-19, si fa pagare a chiunque, salvo i residenti, ma non sempre riescono ad avere tutti accesso, in questo a Positano finora tutti hanno avuto accesso alle spiagge gratuitamente e anche con lettino a disposizione al “Lido Positano”, se non c’è spazio alla Spiaggia Grande lo si trova sempre fra Arienzo e Fornillo, dunque alla fine con tutti i residenti che possono andare a mare e avere anche un lettino gratuito a disposizione Positano è quella che tratta meglio i propri cittadini, per i non residenti invece dieci euro, parliamo di spiaggia libera, perchè per quella degli stabilimenti i prezzi vanno dai 15 ai 25 euro circa , in Penisola Sorrentina, comunque, la situazione è ancora peggiore, con vigili e carabinieri a cacciare tutti da Sorrento a Meta , le spiagge libere ridotte al lumicino, non bastano neanche per i residenti, sopratutto a Massa Lubrense e Vico Equense, giungono le maggiori lamente e rincari

Per accedere alle spiagge libere di Vietri sul Mare si pagherà un euro. È quanto stabilito dalla giunta, retta dal sindaco Giovanni De Simone, che ha approvato il nuovo piano anti-Covid 19 per la fruizione delle spiagge libere. Termina quindi il periodo di sperimentazione in cui era prevista soltanto la prenotazione obbligatoria. Nei prossimi giorni partiranno le nuove misure necessarie per garantire le migliori condizioni di sicurezza sulle spiagge libere.
L’ORGANIZZAZIONE
Nello specifico, oltre alla creazione di percorsi di entrata e uscita differenziati, alla misurazione della temperatura corporea all’ingresso e al rispetto delle distanze minime, è stato disposto l’accesso alle spiagge libere in due fasce orarie (dalle 8 alle 13,30 e dalle 14 alle 19) e soltanto previa prenotazione telefonica giornaliera (3395366868). I residenti, i proprietari di abitazione sul territorio comunale e i Vietresi nel mondo (ossia gli ex residenti a Vietri che per motivi familiari o lavorativi hanno dovuto spostare altrove la propria residenza) potranno accedere, gratuitamente alle spiagge libere, fermo restando la prenotazione obbligatoria. Per tutti coloro che provengono da altri Comuni è previsto il pagamento di un euro a persona per ciascun turno. Salta quindi il patto che era stato annunciato nelle scorse settimane dal sindaco di Cava de’ Tirreni, Vincenzo Servalli, che prevedeva l’esenzione del pagamento ai cittadini cavesi in cambio del supporto del personale della Protezione Civile del comune metelliano. Infatti, come previsto nell’ambito dell’intesa intercorsa con la Prefettura, l’Associazione di Volontariato ANTA, operante sul territorio vietrese, darà la propria collaborazione per assicurare il rispetto delle misure di sicurezza, coordinati dal Comando di Polizia Locale. La società Vietri Sviluppo invece assicurerà il posizionamento dei parcometri e del controllo delle entrate. Il contributo di un euro, che tante polemiche aveva sollevato già nelle scorse settimane, si è reso necessario perché si legge nella delibera- nel bilancio comunale non sono presenti le risorse necessarie per attivare questo nuovo servizio conseguenza dal Covid -19. «Nonostante le numerose problematiche legate all’emergenza epidemiologica, l’amministrazione comunale spiega il sindaco De Simone – ha inteso garantire l’apertura delle spiagge libere in sicurezza ed in ossequio alle norme sul distanziamento sociale, senza far ricadere i costi a carico dei contribuenti di Vietri sul Mare e degli operatori economici presenti sul territorio». E va proprio in questa direzione un altro provvedimento, che sarà ufficializzato nelle prossime ore, che prevede una serie di agevolazioni per la sosta dei residenti.

Commenti

Translate »