Le rubriche di Positano News - Viabilità

Turisti cercano di arrivare in Costiera amalfitana ma i bus Sita sono sempre pieni: monta la protesta

Sono decine e decine le segnalazioni che la nostra redazione riceve da parte di turisti e visitatori in generale che vorrebbero arrivare in Costiera amalfitana con i mezzi pubblici ma la cosa gli viene negata. Difatti, come sappiamo, con l’arrivo della bella stagione i territori della Divina sono praticamente presi d’assalto: posti di bellezza unica che attirano milioni di turisti da tutto il mondo ogni anno.

Quest’anno è un anno particolare, ma con l’estate si è registrata comunque un’affluenza discreta, imparagonabile agli altri anni, ovviamente, ma fortunatamente molte attività hanno potuto ricominciare a lavorare. In Costiera amalfitana sono fondamentali i bus della Sita per gli spostamenti, il problema è che quest’anno le regole di distanziamento sociale non consentono ai pullman di trasportare più di 20 persone a corsa e di conseguenza moltissime persone vengono lasciate per strada ad attendere l’autobus successivo senza la certezza di poter comunque salire a bordo.

Si tratta di un problema da non sottovalutare, anche perché nei mesi più caldi le persone soffrono in maniera indicibile ad aspettare e, si prevede, che in agosto i numeri aumentino. Oltretutto, si dovrebbe garantire l’accesso alla Divina ai tanti visitatori che sono sempre fondamentali per il nostro territorio.

Ultimissime testimonianze ricevute riguardano un gruppo di ragazze che voleva raggiungere il Fiordo di Furore da Napoli e ha dovuto aspettare quattro pullman invano, e sono state costrette a prendere dei taxi. La stessa cosa succede da Salerno.

Si parla di centinaia di turisti e visitatori che protestano per questa situazione.

Commenti

Translate »