Quantcast

Traffico nel mare della penisola sorrentina

Una domenica soleggiata e calda ha rimesso in moto molti natanti che si sono riversati verso Capri e la Divina

L'immagine può contenere: oceano, cielo, spazio all'aperto e acqua

Foto di Giuseppe Spasiano

 

Costiera sorrentina – Una domenica soleggiata e calda ha rimesso in moto molti natanti che si sono riversati verso Capri e la Divina, è ritornato il traffico nel mare della costiera sorrentina.

Con le riaperture dei cantieri nautici, dei rimessaggi per le imbarcazioni ed che si poteva andare in barca dapprima con i familiari e poi con gli amici, riecco che la seconda domenica di luglio ha fatto uscire dai porti tante imbarcazioni che hanno sfrecciato solcando il mare davanti alla costiera sorrentina, per raggiungere le suddette mete ed anche la costa cilentana.

Il lockdown aveva fermato tutto inevitabilmente per l’avanzare senza freni del Covid-19, che ha mietuto migliaia di vittime, si poteva uscire solo dalle abitazioni in casi estremi, come descriveva il dcpm, aziende ferme, locali commerciali di vario genere chiusi, insomma per non far avanzare ulteriormente il virus cinese, restare in casa.

Sono passati circa tre mesi di clausura dove si ci poteva vedere ed ascoltare tramite i social o gli smartphone, con il riaprire tutto pian piano, anche se rispettando le norme emanate dal Governo che dalle Regioni, si è rimesso in moto anche il settore della nautica.

In tanti hanno desiderato passare una giornata, o un weekend, gustandosi il caldo sole dell’anticiclone africano, circa 33°, facendosi un bagno nel mare cristallino di Capri o della costiera amalfitana o di quella cilentana. Insomma svagarsi dopo il lockdown che aveva relegati tutti in casa, ma sempre rispettando le regole, che in qualche caso non lo sono state.

GiSpa

Commenti

Translate »