Sorrento . Gaetano Milano “Allontanamento dei ragazzi dalla stazione Eav di Meta mi ha intristito, il diritto al mare negato incostituzionale”

Più informazioni su

Sorrento ( Napoli ). In questo periodo di lockdown anche mentale e dei diritti negati Gaetano Milano sorprende per la sua lucidità ed equilibrio, qualità rarissima dopo il blackout socio-economico dovuto al coronavirus covid-19, o meglio alle disposizioni fatte in seguito

“Oggi alla stazione Eav di Meta ho assistito all’allontanamento di alcuni adolescenti che intendevano raggiungere il mare.La cosa mi ha intristito e ne sono rimasto colpito.Potete pensare quello che volete,per quanto mi riguarda è un diritto negato.Qualcuno potrà obbiettare che c’è un problema sanitario che comporta una limitazione,ma non mi potrete mai convincere che la differenza la deve fare chi è residente e chi no:resto dell’idea che tuttele spiagge libere,da Vico Equense a Massalubrense,dovevano essere per tutti previa determinazione del numero massimo con prenotazione unificata,magari prevedendosi il doppio turno mattina e pomeriggio.Invece abbiamo ordinanze comprensibili ma palesemente incostituzionali in una nazione che sta perdendo il senso dello stato,delle garanzie individuali e collettive,dei diritti singoli e collettivi in una deriva somigliante più ad una repubblica delle banane che ad una democrazia compiuta.E troviamo anche il modo per usurpare l’eredità morale e politica che in nome di questi principi ha speso una vita(Enrico Berlinguer,per intenderci)e gridiamo allo scandalo se la gestione del nuovo Ponte Morandi va in questa fase ad Atlantia ,dimenticandoci che quest’ultima è ancora concessionaria ed il procedimento di revoca della concessione è ancora in corso e non finisce per adesso,per cui una diversa decisione,in questa fase,sarebbe un abusi di potere,concepibile in una repubblica delle banane ma non in uno stato democratico.Ohibo’”

Più informazioni su

Commenti

Translate »