Ravello. Toccante celebrazione religiosa per la riapertura della cappella dell’ospedale “Costa d’Amalfi” di Castiglione. Commozione per il ricordo del Dottor Lucibello segui la diretta

Ravello ( Salerno ) . Oggi, sabato 4 luglio, è una data importante per la città e per il suo presidio ospedaliero riferimento della Costiera amalfitana . Dopo quattro anni di chiusura ed abbandono è stata finalmente riaperta la cappella dell’ospedale “Costa d’Amalfi” di Castiglione. Molto toccante la cerimonia religiosa alla presenza di Mons. Orazio Soricelli, Arcivescovo della Diocesi Amalfi-Cava de’ Tirreni, e la concelebrazione di altri religiosi in primis padre Enzo Fortunato portavoce del convento  Assisi.

La presenza del direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno, dottor Vincenzo D’Amato, del direttore generale dell’Asl Salerno, Mario Iervolino, del preside della facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Salerno, professor Carmine Vecchione, del presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi della provincia di Salerno, dottor Giovanni D’Angelo e del dottor Giulio Corrivetti, direttore del Dipartimento di Salute Mentale dell’Asl di Salerno.

Durante la messa concelebrata dall’Arcivescovo Orazio Soricelli con Padre Enzo Fortunato, Don Carmine SatrianoDon Raffaele Ferrigno e Padre Francesco Capobianco. lè stata ricordata l’importanza della cappella che aiuta a vivere l’aspetto religioso in una realtà, quella ospedaliera, in cui la fede ricopre un ruolo molto importante perché rappresenta un “porto sicuro” nei momenti di difficoltà.

Non è mancato il ricordo dei giorni vissuti con la paura dei contagi da Coronavirus che in più occasioni hanno creato ansia e preoccupazione nella città della costiera amalfitana. Ma è stato anche sottolineato come la costiera amalfitana sia stata protetta in questo terribile periodo restando quasi completamente immune dal contagio. Una cerimonia piena di commozione per un evento tanto atteso e desiderato e che avviene in un periodo storico particolare quasi come a sancire un segno di benedizione sull’intera città.

Ravello Chiesa Castiglione

Presente il sindaco di Ravello Salvatore Di Martino, il sindaco di Scala Luigi Mansi, in rappresentanza della conferenza dei sindaci ,   e il sindaco di Minori Andrea Reale , delegato alla sanità per la conferenza, che han speso delle bellissime e toccanti  parole. Presenti anche altre autorità civili e religiose, oltre al personale del presidio ospedaliero. Intenso e commovente il ricordo del Dottor Aniello Lucibello, deceduto il 3 ottobre 2017 all’età di 70 anni dopo aver lottato per anni contro una malattia che lo attanagliava. Il dottor Lucibello ha fatto per la città di Ravello, primario della divisione Ortopedia e Traumatologia dell’Azienda Ospedaliera di Salerno, scomparso prematuramente il 3 ottobre del 2017.  ed a lui è stato intitolato il blocco operatorio dell’ospedale “Costa d’Amalfi”.

La cappella è stata invece dedicata al Beato Gerardo Sasso, originario della costiera amalfitana, da Scala, la Città più antica della Costa d’ Amalfi ,  nel 1050 padre fondatore dell’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme che si dedicava alla gestione dell’ospedale per l’assistenza dei pellegrini a Gerusalemme.

Foto e video di Valeria Civale

 

Ravello Chiesa Castiglione

Commenti

Translate »